Quotidiani locali

Magro determinato per Cantù: «Non andiamo a fare una gita»

Il centro della The Flexx spiega il suo momento positivo nel girone di ritorno: «Tutta la squadra è migliorata grazie al roster definitivo e agli infortuni smaltiti». A Desio si giocherà di domenica

PISTOIA . Fra i protagonisti dell’avvio di girone di ritorno convincente della The Flexx da 3 vittorie e 2 ko, c’è sicuramente anche Daniele Magro. I suoi numeri non saranno esaltanti (ma con Capo d’Orlando fece un partitone) però l’ex centro della Nazionale sta facendo vedere di aver ritrovato la giusta grinta e determinazione che avevano contraddistinto la scorsa stagione, forse la sua migliore in carriera. Trovare un motivo sembra apparentemente facile per il pivot della The Flexx che sposa in pieno la linea di coach Esposito.

«Le mie difficoltà erano quelle della squadra – dice Magro – ovvero non avere la possibilità di lavorare al meglio in allenamento e, per un giocatore come me che non riesce ad inventarsi un tiro dal nulla ma deve essere servito dai compagni, è un fardello non indifferente. Finalmente il roster oramai è definitivo, gli infortuni sono stati smaltiti e possiamo allenarci con maggiore continuità e durezza: penso che con Varese questo si è visto subito, alla luce anche dell’ottima difesa».

Un match, quello contro l’Openjobmetis, che ha fatto volgere verso il sereno il cielo biancorosso. «Se fosse andata male – ammette il numero 18 pistoiese – andavamo a complicarci troppo la vita: è una vittoria che ci consente di lavorare in maniera più tranquilla in settimana senza ovviamente abbassare la guardia. Contro Varese abbiamo visto il festival del tiro da 3 punti ma siamo andati bene: la palla è girata bene in attacco e non ci siamo presi troppi tiri forzati. Del resto non si poteva giocare altrimenti visto che loro erano tutti rintanati nell’area per non farci entrare».

Siamo a metà della settimana che porterà al match di domenica sera contro Cantù, una sorta di derby da queste parti e Daniele Magro avverte il clima giusto. «Giocare contro di loro è sempre particolare – ammonisce – per la tradizione e l’attaccamento che hanno alla maglia, oltre al pubblico che li sostiene sempre. È una squadra che ha dimostrato come non molli mai e, soprattutto nell’ultimo mese, è risultata essere ancora più temibile non solo per i singoli di talento che ha, ma per il gruppo. Ci proviamo a dare un piccolo obiettivo: raccogliere il più possibile nelle prossime 3-4 partite per poter avere l’occasione per puntare a qualcosa in più della salvezza. Noi ci proviamo e, come dico sempre, non è che si va a Cantù per fare una gita».

Nuovo orario. Dopo l’eccezione del match contro Varese, si torna alla normalità (si fa per dire). Oltre allo spostamento del match di domenica a Desio contro Cantù alle 20.45 (diretta RaiSport), anche

la successiva sfida al PalaCarrara contro la Grissin Bon Reggio Emilia sarà di sera: stavolta sabato 17 marzo alle 20.45, fra l’altro pochi minuti dopo la fine di Prato-Pistoiese sul neutro di Pontedera. Un sabato sera di fuoco per lo sport nostrano.

Saverio Melegari

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro