Quotidiani locali

The Flexx, mese decisivo per la salvezza

Prima della pausa per le Final Eight cinque sfide da “coltello tra i denti”: su tutte Capo d’Orlando, Brindisi e Cremona

PISTOIA. Un mese vitale: è quello che separa la The Flexx dalla pausa di campionato per la Coppa Italia di Firenze (15– 18 febbraio), decisivo per la corsa salvezza di una squadra che arriva all’ultima gara del girone d’andata con il bottino più magro di punti dal ritorno in serie A. Gli otto punti dopo 14 giornate conquistati fin qui dal “cantiere aperto” che Vincenzo Esposito si trova dalle mani dall’estate, sono un record negativo dal ritorno in serie A. E se mai come quest’anno si sono succeduti infortuni in serie e problemi vari, il confronto rimane impietoso. Per questo le prossime cinque gare, e in special modo le prime tre giornate del girone di ritorno, saranno fondamentali per il destino della The Flexx.

SEGNO MENO. Quindici giocatori tesserati da agosto ad oggi e appena otto punti fatti alla vigilia dell’ultima, difficile giornata del girone d’andata a Brescia (domenica finalmente al canonico orario delle18, 15). Bastano questi due numeri per evidenziare le difficoltà del girone d’andata biancorosso, sicuramente maggiori di quelle che pur ci sono state nel recente passato. Anche l’anno scorso, ad esempio, nel ruolo di guardia il Pistoia Basket trovò la quadra solo in primavera con l’arrivo di Jenkins dopo il doppio avvicendamento tra Hawkins (talentuoso ma agonisticamente indolente e poco amalgamato con la squadra) e Roberts. Sempre l’anno scorso i problemi alla spalla di capitan Antonutti, privarono del miglior “Michelone” per tre quarti di stagioni prima di un rientro in pompa magna nel finale decisivo per l’approdo ai playoff. Di contro c’era stato il deflagrante rilancio di Crosariol e questo aveva spinto Pistoia a 14 punti dopo 14 giornate. 6 in più di quest’anno, mentre due anni fa nella prima fantastica stagione di coach Esposito sulla panchina biancorossa, Pistoia aveva 10 punti in più allo stesso punto della stagione. Anche nelle prime due stagioni del ritorno in serie A, targate Moretti, il Pistoia Basket aveva 4 punti in più rispetto a quest’anno.

CALENDARIO. Se nonostante i tre ko consecutivi della Leonessa, l’ex capolista rimane un avversario assai ostico, molto della corsa salvezza biancorossa si deciderà nelle tre successive partite che apriranno il girone di ritorno: 21 gennaio ancora una volta in posticipo domenicale, sfida casalinga contro Capo d’Orlando, domenica 28 trasferta a casa della nuova Brindisi di Vitucci (reduce da due vittorie filate) e 4 febbraio visita al PalaCarrara della Vanoli Cremona: è questo il trittico a cui il cantiere The Flexx dovrà arrivare
con una quadratura vista l’importanza della sfida a due dirette concorrenti salvezza (Capo d’Orlando e Brindisi con cui Pistoia all’andata ha vinto) e a una non irraggiungibile Cremona. Prima della sosta ci sarà poi la proibitiva trasferta ad Avellino.

Elisa Pacini

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro