Quotidiani locali

Aglianese, un gol in 3 gare con Fanani

Il nuovo mister ha registrato la difesa, e i neroverdi ora cullano sogni di gloria

LARCIANESE. Tre piazze, obiettivi diversi come diverso il modo d’agire dei rispettivi condottieri e le problematiche da affrontare. Il calcio d’Eccellenza della provincia vive la sua fase cruciale.

Cominciamo da chi ha oneri ed onori più gravosi e cioè dall’Aglianese da poco affidata a Pacifico Fanani. Nella laboriosa cittadina di neroverde tinta c’è grande fame di calcio ed altrettanta (fondata) ambizione. Di contro poca è la voglia di aspettare. Naturale che al capace ma prudente Bracaloni sia stato preferito in corsa l’ex mastino gialloblù, appena 45 anni, ma che ha il cromosoma di vincente nel Dna. Un campionato da record con gli juniores del Castelnuovo all’esordio da trainer. Quindi ha riportato la prima squadra dello stesso Castelnuovo in Eccellenza, il Ghiviborgo in serie D alla prima stagione ed al quinto posto in quella successiva da matricola. Ha registrato la difesa (un gol in tre gare), qualche altro arrivo importante si è aggiunto e davanti non ci sono formazioni imbattibili. Orizzonti di gloria? Chissà.

A Ponte Buggianese invece mister Corrado Scintu, caparbio uomo dell’esercito, è alla sua terza stagione sulla panchina biancorossa. La rosa ritoccata, sia pur doverosamente più volte stenti a decollare, facendo stizzire un pubblico passionale ed innamorato a volte forse fin troppo polemico. Il tempo, tremendo tiranno, dovrebbe dare comunque una mano al tecnico, saldo come Achab sulla tolda del “Pequod” ed al sodalizio biancorosso, al momento poco fuori dalla zona playout.

La situazione oggettivamente più pericolosa resta a Larciano. Il penultimo posto pesa come un macigno ed in settimana i dirigenti si sono fatti “sentire” negli spogliatoi. La società peraltro da sempre abituata a non fare il passo più lungo
della gamba, rimane sulle sue posizioni. Questo è il gruppo che andrà avanti fino in fondo. Se ne farà parte Lorenzo Roventini, esperto trainer di Molina di Quosa, che di colpe ne ha poche, lo scopriremo solo vivendo. In bocca al lupo a tutti. Ne avranno bisogno. (r.g.)

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik