Quotidiani locali

DILETTANTI»LE PISTOIESI

ARMA DI TAGGIA. Smuove la classifica, il Montecatini. Lo fa pareggiando 0-0 sul campo dell’Argentina fanalino di coda. Un pareggio a reti bianche che rispetta l’andamento di un incontro nel quale le...

ARMA DI TAGGIA. Smuove la classifica, il Montecatini. Lo fa pareggiando 0-0 sul campo dell’Argentina fanalino di coda. Un pareggio a reti bianche che rispetta l’andamento di un incontro nel quale le occasioni non sono molte, conseguenza dell’atteggiamento prudente delle due squadre, in special modo quella di Lazzerini, determinata a non perdere per non farsi avvicinare pericolosamente dai liguri. Il tecnico schiera Mitta come centravanti, proponendo nuovamente Lucarelli come esterno alto. Nell’Argentina galvanizzata dal pari in rimonta (da 0-2 a 2-2) di una settimana fa contro il Viareggio torna titolare l’attaccante Vitiello.

A costruire la prima vera opportunità dell’incontro. Parte bene il Montecatini, all’8’, con la punizione dalla sinistra battuta da Agrifogli: a centro area Mitta sale in cielo, impattando il pallone con buona scelta di tempo, senza però riuscire a inquadrare lo specchio della porta. A metà frazione un’azione prolungata, sempre di marca ospite, porta alla deviazione di Lucarelli, il quale non riesce a imprimere la necessaria forza al pallone che si perde sul fondo. Al 35’si fanno vedere in avanti i liguri con un calcio d’angolo battuto dalla sinistra: Tahiri mette al centro, nessuno riesce a svettare di testa, Berni dal versante opposto è pronto ad un nuovo traversone per l’incornata a botta sicura di Eugeni, il pallone sbatte sulla traversa e torna in gioco. Un minuto dopo altra situazione interessante con il prodigio di Ruggiero che mette in ritmo Tahiri, ma il suo tiro viene respinto da un attento Cappellini. I liguri al rientro dagli spogliatoi premono sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio: Vitiello rifinisce per Dominici, ma Cappellini in uscita provvidenziale. La veemenza offensiva dell’Argentina si placa per alcuni minuti: al 31’ il pericolo nasce da un calcio da fermo in zona trequarti, battuto da Fici, con la respinta della difesa e la sassata di prima intenzione di Ruggero dalla lunga distanza con la sfera lontana non di molto dalla porta difesa da Cappellini. In pieno recupero trema nuovamente il Montecatini, a seguito di una punizione calciata dall’Argentina da metà campo, con il pallone che spiove nell’area ospite, Fici è lesto a calciare,
trovando l’opposizione di un difensore.

E così, pur con un pòdi sofferenza nel secondo tempo, la squadra di Lazzerini esce indenne da Arma di Taggia, conquistando un punto e soprattutto mantenendo la porta inviolata. Non un dettaglio, considerate le difficoltà palesate più volte.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista