Quotidiani locali

Nessun dramma in casa biancoceleste

Murgia: San Donato più forte, pensiamo allo scontro “diretto” con Scandicci

MONTECATINI. Nessun dramma in casa biancoceleste dopo il pesante ko incassato sul campo del San Donato Tavarnelle. E ci mancherebbe altro.

Il gap tecnico esistente fra le due franchigie è paragonabile all’area desertica che divide la costa nord da quella del sud in Australia. «Sono di un altro pianeta rispetto alla nostra realtà – interviene mister Pino Murgia – È stata necessaria qualche domenica per rodare un organico di lusso (compresi gli indimenticati ex Gusti, Caciagli e Di Vito, ndr) ma state certi che adesso il San Donato Tavarnelle darà fastidio a tutti lassù in alto».

«Noi possiamo recriminare – prosegue – sul clamoroso calcio di rigore non concesso a Zlourhi nel primo tempo e sull’occasione sprecata dallo stesso giocatore nella ripresa che forse poteva riaprire il match. Però onestamente dico che i nostri avversari hanno strameritato di vincere».

Sugli aspetti positiva di questa trasferta nella campagna che da Firenze va a Siena dice: «Agrifogli e Lucarelli hanno messo altri minuti nelle gambe e nessuna si è fatto male. Domenica c’è uno scontro diretto di importanza fondamentale contro lo Scandicci dove davvero è vietato sbagliare».

In coda c’è traffico e tutti vanno alla velocità di un triciclo sulla Porrettana, tanto che così sono rimasti cinque i punti di vantaggio dei termali sulla zona retrocessione diretta. Stiamo parlando degli ultimi due posti, uno dei quali è proprio occupato dallo Scandicci. «Io devo guardare in casa mia – taglia corto il trainer di Arbatax – dove le problematiche non mancano.

Ognuno
ha la sua croce in un torneo che reputo assai equilibrato per quanto riguarda la corsa alla salvezza. Ghiviborgo e Real Forte Querceta non credo ci metteranno più di tanto a risalire ed allora la lotta si farà ancor più serrata».

Roberto Grazzini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista