Quotidiani locali

Vai alla pagina su Speciale Pistoia Basket

In calo gli abbonamenti alla The Flexx

A fine campagna meno 177 tessere rispetto alla scorsa stagione. Maltinti: «Palazzetto pieno se verranno i risultati»

PISTOIA. Rispetto alla prima fase chiusa a luglio, una piccola scossa è stata data, ma la campagna abbonamenti alla stagione 2017/ 2018 del Pistoia Basket chiude comunque con il segno meno.

Dopo i quattro mesi estivi di lancio e sviluppo di “Con le nostre mani” partita con l'entusiasmo della seconda partecipazione ai playoff consecutiva della The Flexx, ma anche con un sensibile aumento dei prezzi pur confermando riduzioni per vecchi abbonati e giovani, si chiude con 2403 tessere stagionali.

Il che vuol dire -177 rispetto alla scorsa stagione (alla chiusura della prima fase ne mancava qualcuna in più rispetto al luglio 2016) ed è, dal ritorno in serie A, il dato più basso di abbonati al club biancorosso.

Numeri su cui riflettere, al netto dell'obiettivo tesoretto che comunque anche in questa stagione gli abbonati hanno dato alla società. Ma se superare le 2400 unità, fino a qualche anno fa in via Fermi era un sogno proibito, il calo continuo nonostante i risultati del campo in ascesa è un dato da non sottovalutare.

IN NETTA DISCESA. “Con le nostre mani” è la quarta campagna abbonamenti del Pistoia Basket lunga tutta un estate, lanciata per la prima volta nel 2014 pochi giorni dopo la fine della prima funambolica stagione dell'allora Tesi Group in A1 con i diavoli volanti a spaventare Milano, sulla scia dell'abitudine di quasi tutte le squadre di serie A non solo nel basket.

Una scelta azzeccata, propiziata dall'allora addetto al marketing Matteo Mantica che insieme ad un listino prezzi molto vantaggiosi, portò a quello che rimane il record di abbonati nella storia di via Fermi ovvero 2870 tessere. Paragonato al dato di quest'anno, il confronto rivela una perdita di quasi 500 abbonati (467 per la precisione), scandito da una discesa continua in questi anni.

Nel 2015, grazie anche all'impennata post firma di Vincenzo Esposito, furono 2710 le tessere staccate, scese a 2580 nel 2016 fino a poco più di 2400 di quest'estate. Il motivo? Visto quello che sul campo Pistoia ha realizzato in questi anni (qualificazione alla Coppa Italia nella stagione 2015/ 2016 ed en plein con due partecipazioni ai playoff in due anni), bisogna guardare ad altro per cercare di tamponare la caduta.

Una caduta che, dati alla mano, si rispecchia anche nel dato degli spettatori. Nella prima stagione targata Esposito furono 3665 di media, l'anno scorso 3223. Certo la bella cornice di lunedì sera con 3100 tifosi sugli spalti di lunedì sera ad applaudire Moore e compagni dà fiducia, ma qualcosa va riguardato.

L'aumento di prezzo nell'ultima campagna abbonamenti può aver inciso soprattutto su alcune fasce se, come si evince dai dati della società, il crollo vero e proprio è quello relativo agli abbonamenti fatti dai giovani cestisti delle società affiliate alle casa madre di serie A.

Erano 323 nell'estate 2015, “solo” 166 quest'anno mentre gli abbonamenti effettivi sono più o meno gli stessi. 1991 due estati fa, 1897 quest'anno (il resto sono tessere riservate a soci e sponsor).

Un dato, quello sugli abbonamenti per i giovani cestisti, che una società attenta al territorio come il Pistoia Basket deve guardare con attenzione.

COMMENTI. A non nascondere il calo è lo stesso presidente Roberto Maltinti che comunque evidenzia la portata di numeri che, di questi tempi, non sono scontati.

«Si tratta di un dato – dice il numero uno di via Fermi – che conferma come orma qui a Pistoia ci sia una tradizione cestistica radicata e profonda. Purtroppo registriamo un piccolo calo negli ultimi due anni e, dal momento che mi piacerebbe sempre veder aumentare certi numeri, sono sì contento, ma non
entusiasta come vorrei».

«Speriamo comunque di vedere sempre il nostro palazzetto pieno – conclude il preswidente Maltinti: sarebbe il segnale che i risultati della squadra sono riusciti magari a far ricredere chi in estate non si è abbonato».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista