Quotidiani locali

È in bilico la sopravvivenza di Bottegone 

Servono nuovi sponsor, a rischio l’iscrizione alla serie B. Sarno in pole per acquisirne il titolo sportivo

BOTTEGONE. Prima come favola dei canestri nostrani, protagonista di una cavalcata incredibile che l’ha portata dalla Promozione alla B in 15 anni. Poi come realtà consolidata del territorio tanto da esser vitale al Pistoia Basket per progredire nel progetto Academy: insomma il Bottegone Sant’Angelo è stato uno dei motori della crescita che negli ultimi anni ha riportato Pistoia ad essere davvero una città di basket. In quest’inizio estate precocemente rovente però il club giallonero sta vivendo il periodo più difficile dalla sua nascita.

Nessuna dichiarazione ufficiale per ora arriva dal quartier generale della società nata e cresciuta sotto i portici della chiesa di Sant’Angelo a Bottegone, che grazie alla presidenza del vulcanico don Piergiorgio Baronti ha mantenuto forte il legame con una delle frazioni più popolose e problematiche della città, offrendone all’esterno la parte migliore. Ma le sensazioni che trapelano dalle continue riunioni di dirigenti, sponsor ed amici del club, si capisce che la situazione è grave e che è in bilico la sopravvivenza della società. Almeno come è stata nell’ultima stagione con la squadra di B nazionale, la seconda sempre senior in Prima Divisione e un ampio settore giovanile. Inutile dire che l’aspetto più oneroso di una situazione sempre più difficile da gestire economicamente per il club è la prima squadra di serie B, la cui iscrizione al prossimo campionato è fortemente a rischio. Tanto che, basket mercato, parla già di possibili acquirenti per il titolo sportivo dei gialloneri (con i campani della Pallacanestro Sarno in pole).

Don Baronti e i suoi collaboratori stanno lavorando per scongiurare quello che sarebbe la fine peggiore di una delle storie più belle che la pallacanestro pistoiese abbia vissuto negli ultimi anni ma l’impegno del club non può bastare. Servono nuovi sponsor, nuove persone disposte a credere in questo progetto, servono riflessioni attente anche di quelle realtà con cui Bottegone collabora fedelmente da anni, Pistoia Basket in primis. Se Bottegone ha scalato i campionati negli anni con i ragazzi che uscivano in gran parte dal vivaio del Pistoia Basket, negli ultimi anni la collaborazione nero su bianco tra i due club ha permesso alla società biancorossa di accogliere giovani di spessore da far crescere nel proprio settore
giovanile, dandogli la possibilità di fare esperienza in campo grazie alla serie B in maglia giallonera. I tempi per un salvataggio sono stretti. Per questo la speranza è che, chi può, si adoperi per mantenere alto il livello del movimento basket a Pistoia.

Elisa Pacini

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista