Giorgio Tesi Group in corsa per Austin Freeman

Ma sulla trattativa pesa l’interesse di Roma e Pesaro. Oggi intanto l’ufficializzazione di Alibegovic

    PISTOIA. Il conto alla rovescia per il raduno di domenica prossima, in casa Tesi Group si accompagna a quello per l’arrivo dell’ultimo tassello del rinnovato mosaico biancorosso. Sono infatti le ore decisive per quella che sembra una volata a due tra Austin Freeman (l’obiettivo numero 1) e Jr Reynolds. Intanto oggi verrà ufficializzato l’ingaggio di Mirza Alibegovic.

    «Non escluderei che si possa muovere qualcosa prima di domenica» si lascia scappare il diesse Iozzelli. Lui non lo dice, ma per la cassaforte di punti di una squadra finora a trazione difensiva, il nome più caldo rimane quello di Freeman. La società sta parlando con il procuratore per definire diverse questioni.

    «Freeman – dice il ds – è giovane, si conosce meglio perché l’anno scorso giocava in Italia e sappiamo pregi e difetti. La sua è una situazione particolare e va valutata».

    Nelle 22 gare in maglia forlivese, prima di un problema fisico che sembra risolto, Freeman ha fatto vedere di avere tutti i numeri di chi l’anno prima, con il College di GeorgeTown, era stato nominato miglior giocatore dell’East Conference. 20,9 punti di media nell’esperienza romagnola, di cui 33 rifilati a Pistoia nel ko di inizio anno nonostante i 37 di Hardy, fanno del ventitreenne del Maryland il più quotato per riempire la casella mancante. Giocatore versatile (può giocare in tre ruoli), sulla trattativa con via Fermi pesano gli interessi di Roma e Pesaro dall’A1.

    Un no di Freeman, farebbe balzare Jr Reynolds (classe ‘84, ex Soresina e Varese, negli ultimi anni in Francia) in pole position. «Sono situazioni diverse, anche perché non hanno le stesse caratteristiche – continua Iozzelli – Reynolds ultimamente lo si è potuto osservare meno visto che da qualche stagione non gioca in Italia. Ma è un giocatore di grande esperienza».

    Alibegovic. Quello con il ventenne esterno di scuola udinese è un affare fatto da giorni. Una carta mancante ha fatto slittare l’ufficialità, che però dovrebbe arrivare oggi. L’innesto di Alibegovic, giovanotto di belle speranze che nell’ultima stagione a Pesaro non ha praticamente visto il campo, porta a 9 le rotazioni effettive biancorosse.

    «Lo avevamo valutato anche in passato – spiega Iozzelli – per vari motivi poi la trattativa non si era mai concretizzata. Ha poca esperienza, il non esser italiano di formazione (figlio dell’ex giocatore sloveno Teoman, è cresciuto negli Stati Uniti ma è italiano a tutti gli effetti, ndr) non gli ha permesso di giocare nelle nazionali giovanili, a cui è stato spesso aggregato, e questo non lo ha aiutato. E’ una scommessa, ma di lui abbiamo avuto buone referenze da chi lo ha allenato. L’A1 non gli permetteva di avere spazi ma in Legadue speriamo di farlo crescere».

    Finalista nazionale con l’Under 19 Snaidero, nella stagione 2010/2011 ha giocato a Budrio (diventata poi Effe Bologna) in B2, con 5,3 punti e 1,3 rimbalzi di media. Sarà il cambio Cortese, il ragazzino che Moretti definì “mastino” di grinta alle costole dell’esterno ex Veroli.

    «E’ un 2-3 di stazza con i suoi 195 cm – conclude il diesse – È un tiratore, un giocatore perimetrale, ma il suo fisico gli permette di essere un giocatore completo».

    Lui e Borra saranno l’ennesima sfida (le prime italiane dopo i rookie) che in questi anni Pistoia e Moretti hanno sempre vinto. ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    14 agosto 2012

    Altri contenuti di Sport

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ