Menu

pistoia sport

Bortolotti aprirà anche un'azienda in via Sestini

Calderara di Reno, provincia di Bologna. Qui

hanno sede gli affari principali di Roberto Bortolotti, il neopatron della Pistoiese. L'azienda leader del suo gruppo è la Seam srl che lavora nel settore metallurgico, in particolare di una lega che si chiama zama. Roberto Bortolotti ricoprirà anche il ruolo di presidente del sodalizio arancione.
PISTOIA. Calderara di Reno, provincia di Bologna. Qui hanno sede gli affari principali di Roberto Bortolotti, il neopatron della Pistoiese. L'azienda leader del suo gruppo è la Seam srl che lavora nel settore metallurgico, in particolare di una lega che si chiama zama. Roberto Bortolotti ricoprirà anche il ruolo di presidente del sodalizio arancione. Ha condotto la trattativa in prima persona capeggiando una cordata di altri 4 soci entrati anche loro nella compagine arancione. Una trattativa che è durata solo pochi giorni e che ha portato subito risultati. Ma i contatti tra Bortolotti e la città di Pistoia sono datati da un po' più di tempo. L'imprenditore bolognese infatti ha acquistato recentemente un terreno in via Sestini, nell'area ex Pallavicini, in zona Panorama, dove metterà in piedi una filiale delle sue aziende. Una doppia garanzia per la città. Perché significa che Bortolotti viene ad investire e ha intenzione di rimanere qui, non certo di fare una toccata e fuga in arancione.

L'accordo per l'acquisto della società è scivolato via senza troppi intoppi: il neopatron bolognese si accollerà tutti i debiti che gravano sulla Pistoiese e godrà dei crediti. Garantirà l'escrizione entro le date stabilite, dunque senza chiedere deroghe alla Lega. Entro il 26 saranno quindi pagati tutti gli stipendi e saranno fatti tutti gli adempimenti dovuti.
Una operazione imprenditoriale molto netta e precisa, tanto che Bortolotti ha già prediposto uno staff tecnico ed uno comunicativo già pronti ad entrare in azione. Insomma, tutto è filato via molto liscio e ieri, in prima serata, si è messo nero su bianco, compreso le firme sulla rinuncia al diritto di prelazione dei soci di minoranza Banchi, Dozzi e Pisaneschi.

L'ultima parola ha voluta dirla anche l'ormai ex presidente della Pistoiese, Massimiliano Braccialini. L'ha fatto tramite poche righe
affidate al sito internet e un comunicato stampa: «La famiglia Braccialini - si legge - è convinta di aver scelto fra i diversi soggetti interessati la miglior struttura organizzativa che ha dato le maggiori garanzie per il futuro e il rilancio del calcio pistoiese».

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro