Tags: lavoro

Gibus, i sindacati ottengono l’apertura di una trattativa

di Si va alla trattativa tra i vertici Gibus e i sindacati. Dopo una settimana di sciopero, cinque giorni di presìdio permanente, con gli operai in fabbrica giorno e notte, a partire da domani comincerà il confronto con i vertici della spa padovana di tende da sole. Marco Ballati, Fillea Cgil, Daniele Vaccaro, Filca Cisl, e Domenico Vomero, Feneal Uil, lo comunicano dopo quasi quattro ore di incontro, affrontato a più riprese, con l’ad Gianfranco Bellin che, accompagnato da una parte del cda e dal consulente aziendale Miotto, ieri mattina è arrivato nello stabilimento Gibus di Casalguidi. Da venerdì all’interno della fabbrica è in corso l’assemblea permanente degli operai contro la chiusura del sito, annunciata il 19 ottobre dal numero uno dell’azienda a sindacati e rsa, anche se al momento nessuna procedura di mobilità è stata aperta. Per domani è inoltre convocato il tavolo con proprietà e istituzioni dalla Regione. «Abbiamo ottenuto quello che i lavoratori hanno sempre chiesto, cioè iniziare a discutere con molta più chiarezza sul destino di questo stabilimento – spiega Ballati subito dopo l’incontro fiume - Da parte loro rimane confermato il destino che avevano annunciato», ovvero la cessazione della produzione. Lo conferma anche il sindaco Patrizio Mungai. «L’unica “novità” – racconta a seguito dell’incontro con l’ad – potrebbe essere sui tempi della cessazione», inizialmente prevista per il 31 dicembre (termine che, vista la tempistica prevista dalla norma per la trattativa e le eventuali procedure di mobilità, non può certo essere rispettato). Abbiamo chiesto proprio all’ad Bellin se ci sia o meno la volontà di continuare con il piano di chiusura. «Questo lo vedremo giovedì, al tavolo» ci ha risposto al termine di una mattinata cominciata poco dopo le otto, con l’arrivo di tre camion e di una dozzina di dipendenti dello stabilimento Gibus di Padova al sito di Casalguidi per ritirare la merce. Lunedì pomeriggio i vertici aziendali avevano annunciato denunce nel caso in cui i lavoratori avessero tentato di impedire il ritiro dei prodotti, causando “gravi danni economici”. I dirigenti hanno inoltre accusato gli scioperanti di aver già bloccato i camionisti. Versione questa smentita da sindacati e dipendenti, visto che le persone inviate da Padova giovedì scorso, sono sì arrivate a Pistoia, ma senza mai avvicinarsi alla sede di Casalguidi. Appena messo piede nella fabbrica pistoiese, Bellin mette in chiaro la sua priorità. «Io voglio entrare a prendere le merci con i camion e con i miei uomini. Non potete impedirmi di entrare nella mia proprietà e di prendere ciò che è mio» dice l’ad. Si parla di oltre 200.000 euro di tende da consegnare. I sindacati ribadiscono che nessuno sta impedendo il ritiro dei materiali. «Abbassi il tono – replica Ballati, Fillea Cgil – Voi vi assumete solo le responsabilità che riguardano i vostri interessi, punto e basta. State sfuggendo dalla responsabilità di dare risposte a questi lavoratori che vi hanno chiesto in che modo sarà la loro fine, se c’è. Anteponete i vostri interessi a un

Convulsa giornata allo stabilimento di Casalguidi I camion ritirano la merce, mentre il cda incontra Cisl e Cgil

Gibus, è rottura tra azienda e sindacati

Gibus, è rottura tra azienda e sindacati

di Beatrice Faragli

Padova minaccia denunce contro chi impedirà il ritiro della merce, Pistoia pronta a reagire in caso di violazione dei diritti

Gibus, Niccolai chiede un tavolo regionale

Gibus, Niccolai chiede un tavolo regionale

Pistoia, per il consigliere regionale la chiusura sarebbe dettata da mere logiche aziendali. "Sarebbe un duro colpo per l'intero territorio provinciale"

Tensione al presidio dei lavoratori della Gibus

Tensione al presidio dei lavoratori della Gibus

di Beatrice Faragli

La voce dell’arrivo di camion dalla sede centrale di Padova suscita rabbia tra i lavoratori, che hanno passato la notte davanti ai cancelli della fabbrica

Chiude lo stabilimento Lime di Campo Tizzoro

Chiude lo stabilimento Lime di Campo Tizzoro

CAMPO TIZZORO. Dopo l'incontro di ieri mattina per il futuro della Lime di Campo Tizzoro tre aspetti sono sicuri. Uno: lo stabilimento della montagna chiuderà le porte definitivamente. Due: sarà...

Più assunzioni ma meno qualificate

Più assunzioni ma meno qualificate

di Francesco Albonetti

Le aziende dI Pistoia e provincia a livello toscano e nazionale sono fra quelle che cercano meno specialisti e laureati. I dati del 2015

Cgil, raddoppiate le vertenze sindacali

Cgil, raddoppiate le vertenze sindacali

di Francesca Maltagliati

Secondo il sindacato ci sono i “valzer delle dimissioni e riassunzioni” così le aziende beneficiano degli sgravi fiscali

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro