Quotidiani locali

pontenuovo 

Non basta lo stop solo ai camion con rimorchio

Comitato deluso dai nuovi divieti: «Abbiamo sempre chiesto di non far passare da via Sestini tutto il traffico pesante»

PISTOIA. «Questi cartelli non vietano il transito a tutti i mezzi pesanti: Non siamo affatto contenti, dovremo ripartire da zero». Sono amareggiati e delusi i membri del Comitato di Pontenuovo che nei giorni scorsi hanno scoperto per la prima volta i cartelli piazzatii lungo via Sestini e che avrebbero dovuto vietare il transito dei mezzi pesanti di oltre 75 tonnellate nella strada stretta e pericolosa.

«Questi cartelli non corrispondono a quanto ci aveva promesso la giunta Tomasi, vietano il transito solo agli autoarticolati e non ai camion con rimorchio. In perfetto stile pistoiese questi cartelli sono mal posizionati e non corrispondono a quanto avevamo chiesto né a quello che ci aveva risposto l'amministrazione comunale dopo vari incontri. Non capiamo cosa sia successo, se c'è stato un errore dei tecnici o se veramente questi cartelli siano corretti. Fatto sta che abbiamo bisogno di chiarimenti e che dovremo ripartire da zero su un argomento per il quale pensavamo di mettere la parola fine».

Quei cartelli, una decina in tutto, sono stati posizionati lungo via Sestini un paio di mesi fa ma ancora non erano stati scoperti perché mancava il nulla osta della Provincia, titolare su via Montalese, di cui via Sestini è il tratto urbano. Così la plastica che li ricopriva è stata rimossa solo la scorsa settimana con grande stupore di residenti e membri del Comitato che da ben 9 anni chiedono la messa in sicurezza di quella strada maledetta, priva di marciapiedi ed illuminazione e spesso teatro di incidenti, anche mortali.

Richieste mai attuate in 9 anni e sulle quali sembrava essersi aperto uno spiraglio di luce dopo l'insediamento in Comune del sindaco Tomasi: a fine 2017 infatti la giunta, durante un incontro con il Comitato, tecnici del Comune di Pistoia, Provincia di Pistoia e sindaco di Montale, aveva accolto le richieste del Comitato di Pontenuovo e aveva istituito, di concerto con la Provincia, il blocco ai mezzi pesanti in via sperimentale, in attesa della realizzazione della variante (con il congiungimento di via Sestini, dopo il villaggio Lazzi, a via Fermi) o della realizzazione della Nuova Montalese (congiungimento di via Fermi con la circonvallazione di Montale), per fermare lo stillicidio di vite umane a causa di incidenti stradali: 14 morti considerando l’ultimo tragico evento dell’8 settembre scorso.

Non solo: la Provincia si era resa subito disponibile per far eseguire controlli stradali da parte della polizia provinciale, oltre ad una nuova segnaletica direzionale per Montemurlo, alla rotonda di via Toscana, all’uscita di via Nuova Pratese.

Oggi, però, la soddisfazione per quei cartelli tanto agognati e finalmente ottenutiha lasciato l'amaro in bocca all'intera via. "Gli ingegneri degli enti locali avevano più volte ribadito la pericolosità della strada

e che l'unica soluzione in attesa della variante sarebbe stata quella di impedire il traffico a tutti i mezzi pesanti. Il divieto solo per alcune tipologie di mezzi non ha alcun senso» concludono quelli del Comitato. —

ALESSANDRA TUCI. BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI .

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro