Quotidiani locali

podismo

Due debuttanti conquistano la Pistoia Abetone 2018 - LE FOTO

Il kenyota Kipngetich e la croata Sustic sbaragliano la concorrenza nell'ultramaratona con 1.700 partenti

ABETONE. «Ti senti stanco? No, potrei continuare ancora un po’». Sembra una battuta e invece, a precisa domanda, è stata questa la risposta di Julius Rono Kipngetich subito dopo aver tagliato il traguardo, da vincitore, della 43° edizione della “Pistoia-Abetone”, la massacrante Ultra-marathon che l’ultima domenica di giugno, da tradizione, collega la città con la stazione sciistica dell’Appennino Tosco Emiliano.
Cinquanta chilometri di salite, discese, cambi di ritmo, caldo, crampi, affaticamenti muscolari, tanta acqua da bere e grande sofferenza. L’aspetto incredibile, però, è uno: Kipngetich ha vinto al debutto sbaragliando la concorrenza di oltre 1700 iscritti. Mai, prima d’ora, aveva corso questa gara e, allo stesso modo, è successo anche in campo femminile con la croata Nikolina Sustic.
LA GARA DEI 50KM. Lotta a due si paventava alla vigilia e lotta a due è stata: i favoriti erano lo stesso Julius Rono (Atletica Recanati) e Jean Baptiste Simukeka (Gs Orecchiella Garfagnana), vincitore nel 2017. Così, fin dallo start di piazza Duomo il keniota e il ruandese si sono marcati stretti, prima in compagnia dei due italiani più forti al via come l’ex olimpionico di Atene 2004 Alberico Di Cecco (Vini Fantini by Farnese Pescara) e Matteo Lucchese (Avis Castel San Pietro), poi da soli.
Staccati Di Cecco e Lucchese nel “toboga” fra Maresca e Gavinana prima di arrivare all’intermedio di San Marcello, i due africani sono rimasti a contatto fino al 40° chilometro quando Rono ha piazzato l’assalto decisivo: Simukeka ha provato a reagire ma, dopo un paio di accelerate, ha alzato bandiera bianca ed è andato avanti del proprio passo. Il keniota ha chiuso in 3h19’16” , secondo miglior tempo di sempre della Pistoia-Abetone, 6’ superiore al record del lucchese Roberto Barbi nel 2007. Piazza d’onore per Simukeka, che alla fine ha pagato 5’ dal vincitore, ma che ha migliorato di oltre 2’ il suo tempo del 2017 e podio completato da Di Cecco in 3h29’46” con oltre 5’ di vantaggio su uno stremato Lucchese. Nella top-10 tre toscani: 8° David Fiesoli (Aurora Montale) che si conferma anche il miglior pistoiese in gara, 9° Roberto Fani (Risubbiani Prato) e 10° Marco Lombardi (Libertas Runner Livorno).

Da un debuttante ad un’altra: la croata Nikolina Sustic. Arrivata a questo appuntamento con grandi aspettative (nel suo palmares c’è anche una vittoria al “Passatore” chiuso da terza assoluta), la 31enne di Zagabria non ha deluso le attese e ha fatto corsa in solitaria fin dalle prime rampe in salita de Le Piastre arrivando 11° assoluta con il tempo di 4h07’22”. Una performance che la proietta nella top-5 in rosa di tutti i tempi dell’Ultramaratona. Con la slovena Vrajc andata in difficoltà quasi subito, l’unica che ha provato a tenere botta è stata la campionessa in carica Simona Staicu, ungherese, che è arrivata seconda a 4’dalla vincitrice. Terzo posto per la slovena Mravlje con quarta, e prima delle italiane, la romagnola Elisa Zannoni (Atletica 85 Faenza).
Piccolo incidente di percorso, infine, durante l’ascesa verso Passo dell’Oppio: a Campo Tizzoro un podista è stato investito da una automobilista riportando, per fortuna, soltanto qualche escoriazione con la donna che ha accusato un lieve malore per lo spavento.
LA GARA DEI 30KM. Il tracciato “breve”, parafrasando un termine caro alle Gran Fondo in bici, ha visto trionfare atleti pistoiesi. Il tracciato è lo stesso dell’Ultramaratona solo che invece di arrivare in piazza delle Piramidi ci si ferma in piazza Matteotti a San Marcello Pistoiese dopo 30 chilometri di fatiche risparmiandosi, però, le dure rampe da La Lima ad Abetone.
In campo maschile affermazione di Simone Gamenoni (G. P. La Stanca Valenzatico), mattatore assoluto in questo 2018 nel mondo podistico pistoiese e non, che si è confermato in un grande momento di forma chiudendo in 2h5’20” precedendo all’arrivo di poco meno di due minuti Lapo Bardi (Atletica Livorno) e di tre minuti e mezzo Fabio Fabbri (Atletica Signa).
Nella top-10 ancora altri pistoiesi con Alain Filoni e Giacomo Bugiani (entrambi Silvano Fedi) più David Bianchini (Atletica Montecatini), rispettivamente quarti e quinti. In campo femminile, invece, affermazione di Romina Sedoni (Gs Lammari) che è tornata a ruggire come ai vecchi tempi dopo qualche anno di riposo: per lei un ottimo 2h28’56” che gli vale anche il 25° posto assoluto a San Marcello.
Sul podio Antonella Carbone (Montemurlo Meucci Tamare) che ha vinto la volata su Costanza Del Bravo (Obiettivo Running Prato) distanziate di poco più di 3 minuti dalla Sedoni. Il calendario, però, guarda già avanti e dice domenica 30 giugno 2019: sarà il giorno della 44° edizione della Pistoia-Abetone, in caccia di una nuova grande giornata di festa.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro