Quotidiani locali

Tornano i parcheggi abusivi al S. Jacopo

Rimosse le barriere piazzate dal Comune, lo spiazzo sterrato davanti all’ospedale è di nuovo preso d’assalto

PISTOIA. Solo una ventina di giorni fa gli uomini del Cantiere comunale avevano riposizionato le barriere in plastica per impedire alle auto parcheggi vietati. Ma i blocchi sono stati rimossi e il parcheggio selvaggio è ricominciato.

Succede da mesi davanti all’ingresso dell’ospedale San Jacopo, dove fin dall’apertura del nuovo nosocomio, nel 2013, lo spiazzo sterrato che sorge a monte dell’ingresso è stata utilizzata come parcheggio gratuito. Tempo qualche mese, e il Comune chiarì che lì non si poteva lasciare l’auto in sosta e che, per farlo in maniera regolare, bisognava adattarsi a sborsare le tariffe richieste dal parcheggio a pagamento gestito dalla Ge.Sat, la società costituita dalle aziende che hanno realizzato l’ospedale pistoiese.

Ma i pistoiesi a lungo hanno cercato di ignorare la prescrizione, continuando ad usare quello spiazzo come parcheggio abusivo. E pazienza se nei giorni di pioggia ci si inzacchera le scarpe: sempre meglio che pagare il parcheggio quando ci si reca all’ospedale, attività che certo nessuno sceglie per proprio piacere.

Allora è iniziata la linea dura: multe a raffica e posizionamento all’ingresso dello sterrato di alcune barriere new jersey in plastica, per evitare l’invasione di vetture sulla collina. Barriere new jersey che la prima volta hanno resistito a lungo, prima di venir spostate una prima volta per consentire di nuovo il parcheggio gratuito.

Adesso, invece, passano solo alcune settimane e l’ invasione ricomincia: anche ieri c’era una cinquantina di auto posteggiate ordinatamente sullo spiazzo, dove i giardinieri del Comune avevano appena tagliato l’erba incolta.

Eppure in quell’area l’amministrazione ha ribadito più volte il divieto di parcheggio, anche per ragioni di sicurezza (nella zona passano le tubazioni del metano e la Snam non vuole auto parcheggiate). Nonostante ciò, il problema rimane: appena possibile, gli automobilisti cercano di sfruttare ogni possibile spazio pur di non assoggettarsi al pagamento del parcheggio.

Del resto sborsare soldi per lasciare l’auto quando ci si reca in ospedale è vissuta dalla maggioranza delle persone come una cosa profondamente ingiusta. Anche per questo l’amministrazione comunale è impegnata a sviluppare l’ipotesi per poter usufruire (come era previsto nell’accordo

di programma del 2007, poi mai attuato su questo punto) di 150 posti auto pubblici all’interno del grande parcheggio a pagamento realizzato accanto all’ospedale. Se ne parlò la prima volta nel marzo 2017, poi non ci sono state novità.

Fabio Calamati
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori