Quotidiani locali

Misericordia, più richieste di aiuto

Scende il numero dei volontari. Il bilancio dell’anno e l’Open Day  nella sede della Vergine

PISTOIA. Open day sabato 12 e domenica 13 nella sede della Misericordia, al parco della Vergine. Un’occasione per visitare l’associazione e per inaugurare sei nuovi mezzi destinati ai servizi sociali. Tanta gente ha affollato la sede operativa della Misericordia, fermandosi ai banchetti informativi, assistendo alle dimostrazioni di soccorso e protezione civile.

Nei giorni scorsi, tra l’altro, è stato approvato il bilancio consuntivo 2017 dell’Arciconfraternita, chiuso in pareggio. Con alcuni dati che fanno riflettere. Anzitutto il lieve decremento del numero dei volontari, scesi di 26 unità. Il motivo? Spiega il presidente Sergio Fedi: «La crisi economica ha spinto diversi giovani volontari a fare la scelta di andare all’estero». Per la stessa ragione è aumentata la richiesta di beni di prima necessità. In tal senso la Misericordia vede come un’occasione da sfruttare per migliorare la collaborazione con i supermercati la prossima apertura dell’emporio sociale.

Servizi. Nonostante 26 volontari in meno rispetto al 2016 per un totale di 486 persone continuano e si intensificano i servizi offerti alla cittadinanza, con particolare attenzione alle fasce più deboli. «Sono tanti i servizi cui focalizziamo la nostra attenzione anche in un’ottica di evoluzione –spiega Roberto Fratoni, segretario generale della Misericordia di Pistoia– Negli anni passati c’eravamo dati l’obiettivo di concludere la Cittadella della Misericordia: oggi tutti gli appartamenti sono affittati e tutti i fondi a piano terra sono occupati. Possiamo dire di aver raggiunto questo traguardo portando a compimento un’opera gigantesca».

Microcredito. Nel 2017 il centro di ascolto ha ricevuto 120 persone, ha presentato alle banche ben 58 pratiche di finanziamento riuscendo a farne approvare 46, concedendo 256mila euro di prestiti di microcredito che dall’inizio del progetto assommano a ben 3 milioni e 420mila euro di finanziamenti concessi. Accanto al microcredito è nata l’associazione “Mi fido di te” che si occupa non solo del finanziamento ma anche del tutoraggio nel tempo della persona in difficoltà.

Emporio sociale. Altra importante novità per questo 2018 riguarda l’apertura, in collaborazione con Fondazione Caript e Dondazione Sant’Atto, dell’emporio sociale in Sant’Agostino. Sarà un’evoluzione in chiave moderna del tradizionale spaccio, dove le persone potranno scegliere cosa prendere. L’inaugurazione dovrebbe arrivare entro la fine dell’estate e la piena operatività tra settembre e ottobre.

Fondo solidarietà e salute. Unica esperienza in Toscana: 80mila euro stanziati per metà dalla Misericordia e per metà dalla Fondazione Caript per consentire alle famiglie in grave difficoltà economica di accedere a prestazioni sanitarie gratuite. «È il medico di famiglia a certificare che la persona può accedere al fondo –spiega Fratoni– non ci sarà la certificazione Isee, dato che chi ha bisogno dei nostri servizi può avere perso il lavoro da un giorno

all’altro».

In fase di completamento invece l’ampliamento del cimitero della Misericordia e la nuova sede dei volontari, due progetti sui cui la Misericordia sta lavorando instancabilmente, grazie anche alla continua interazione con il Comune.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro