Quotidiani locali

Les Bouquinistes è in lutto, addio al libraio Salabelle

Il titolare della storica libreria del centro aveva 49 anni. Lunedì 14 maggio il saluto nella chiesa della Vergine. Era un punto di riferimento per chi amava la cultura

PISTOIA. Ci sono persone che sanno lasciare un segno nel loro passaggio. Per quello che sono o per quello che fanno. Quando poi, come nel caso di Sergio Salabelle, fare ed essere trovano un punto d’incontro, raramente vengono dimenticate.

Amava l’arte, letteratura e musica in special modo, e aveva trasformato la sua passione in un mestiere. A voler essere linguisticamente moderni si può dire che Les Bouquiniste era un “must” per intellettuali e appassionati di “cose culturali”. Francesca, amica di Sergio, è meno banale: «Quella libreria per me è una bolla d’incanto». La pensano come lei decine di scrittori, noti e meno noti, che Sergio e la moglie, Elena Zucconi, accoglievano in via dei Cancellieri e di cui diventavano, quasi sempre, indissolubilmente amici.

Sergio Salabelle era fratello di Maurizio Salabelle, scrittore (autore, tra gli altri di “Un assistente inaffidabile”, vincitore nel 1992 del premio Berto), scomparso prematuramente per tumore nel 2003, a soli 44 anni.

Il libraio di Les Bouquinistes si è spento venerdì pomeriggio a Careggi. Aveva solo 49 anni ed era ricoverato nell’ospedale fiorentino da meno di una settimana. La sua morte ha creato sconcerto e incredulità: per quanto le cose siano avvenute rapidamente, e perché non si è mai in fondo preparati ad essere abbandonati da una persona buona. Il funerale si svolgerà domani, con partenza alle 10, 45 dalle cappelle del commiato della Misericordia fino ad arrivare alla chiesa della Vergine, dove alle 11 sarà officiata la cerimonia funebre.

Sergio Salabelle e la moglie Elena...
Sergio Salabelle e la moglie Elena Zucconi


La notizia della sua scomparsa si è diffusa in fretta. anche grazie ai social. Decine le manifestazioni di vicinanza giunte sul profilo della moglie Elena nell’arco della giornata da colleghi librai, acquirenti di libri, scrittori da tutt’Italia... Ricordano, tra gli altri, il collega, Pietro De Caria, co-titolare della Libreria del Globo, e Manlio Monfardini, dell’Associazione giallo Pistoia. Gli dedica un pensier Walter Tripi, capogruppo Pd in consiglio comunale. La Libreria del Globo domani, giorno del funerale, resterà chiusa in segno di lutto.

Il nome scelto da Elena e Sergio per la loro libreria indipendente– Les Bouquinistes – è un omaggio ai venditori di libri lungo la Senna. Amavano Parigi, sia lei che Sergio. Un omaggio inevitabile per un luogo intriso di cultura. E non solo quella dei libri: «Le persone che vanno là diventano amiche, c’è una cultura dell’accoglienza, un’umanità che rispecchiano appieno Sergio. Il suo essere mite e uomo di straordinaria intelligenza. Peraltro, mai ostentata».

«Sergio era un fratello – scrive un’amica su fb – un figlio, un compagno, un amico di umani e animali, un libraio, un lettore sagace, un uomo con l’intelligenza dei sognatori, un uomo mite che sapeva vivere con leggerezza, nonostante tutto. Ci mancherà. Ci mancheranno le cose fatte assieme e tutte quelle meravigliose ancora da compiere. Ci vorranno tempo e coraggio per accettare che sia libero, ovunque egli sia e soprattutto dentro di noi. Ci vorrà amore». Quello che si sentono di assicurare gli amici è che Les Bouquinistes andrà avanti. Elena non sarà lasciata sola: «Saremo un movimento corale, ancora di più di quanto siamo stati sinora».

I Salabelle portavano avanti alcuni progetti con l’associazione We love. Per chi lo volesse, la richiesta è di non mandare fiori ma fare una donazione sul seguente Iban: IT94I0800313800000000905718; We Love Apodg, che sta per Assistenza pediatrica oncologica domiciliare gratuita, Banca Credito Valdinievole Bcc di Montecatini Terme e Bientina, filiale sede di Pistoia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori