Quotidiani locali

Con le mani nel sacco il truffatore dei corrieri

Acquistava sul web e pagava le consegne con assegni rubati o smarriti: denunciato dai carabinieri

PISTOIA. Si faceva consegnare la merce dai corrieri pagandoli alla consegna con assegni rubati o denunciati come smarriti: un 52enne pregiudicato di origini romane, senza fissa dimora, stato denunciato dai carabinieri della Stazione di Pistoia per truffa aggravata, tentata truffa e ricettazione continuata aggravata.

L’uomo è stato sorpreso in flagranza dai militari dell’Arma ieri pomeriggio in via Vittorio Veneto, nell’ambito di un servizio appositamente predisposto, mentre tentava di farsi consegnare da un corriere due colli contenenti smartphone per un valore di mille euro, che voleva pagare con un assegno denunciato dal legittimo titolare come smarrito.

Il 52enne, subito perquisito, aveva inoltre con sé altri sei assegni, di due istituti di credito di Pisa e Volterra, risultati alcuni rubati altri smarriti, oltre a un telefono cellulare utilizzato per contattare corrieri e fornitori da truffare.

Gli accertamenti portati avanti dai carabinieri della Stazione hanno consentito di appurare che la tecnica adottata dal 52enne gli aveva permesso di farsi consegnare, nei mesi passati, 12 colli contenenti smartphone per un valore complessivo di quasi cinquemila euro.

L’uomo acquistava la merce online con l’opzione del pagamento alla consegna, utilizzando un nome fittizio e dava appuntamento ai corrieri sempre nelle adiacenze del civico di via Vittorio Veneto, indicato falsamente

come indirizzo di residenza. Per poi far finta di essere arrivato proprio in quel momento, trafelato, come se fosse in ritardo. Le segnalazioni sul suo conto sono arrivate ai carabinieri nei giorni scorsi proprio da alcuni corrieri truffati. Da lì sono scattate le indagini.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro