Quotidiani locali

Sequestrata casa d’appuntamenti in pieno centro

Pistoia, 64enne denunciato dai carabinieri per favoreggiamento della prostituzione

PISTOIA. Sequestrato dai carabinieri di Pistoia un appartamento nel centro cittadino nel quale, secondo gli inquirenti, veniva esercitata la prostituzione. I sigilli sono stati apposti in esecuzione di un sequestro preventivo disposto dal gip del tribunale Alessandro Buzzegoli nell’ambito di indagini coordinate dal pm Giuseppe Grieco. A far scattare l’inchiesta, le segnalazioni di movimenti sospetti raccolte dai militari dell’Arma fra i vicini e la denuncia presentata dai proprietari dell’immobile che lo avevano regolarmente affittato a marzo 2017 a un 64enne di Pistoia.

Le indagini – condotte dai carabinieri della Compagnia di Pistoia e da quelli della sezione di pg della procura – secondo quanto emerso, hanno consentito di chiarire che il 64enne, denunciato per favoreggiamento della prostituzione, avrebbe subaffittato l’appartamento – a due passi da Corso Silvano Fedi – a due cittadine romene (una 50enne domiciliata a Pistoia e una 42enne residente a Monsummano), che lo avrebbero utilizzato per esercitare il meretricio su appuntamento.

Le loro prestazioni, con tanto di fotografie dell’interno dell’abitazione, era pubblicizzata sia dal
locatario che dalle due donne attraverso annunci pubblicati su siti internet dedicati e su siti di escort. In qualche caso veniva anche proposto lo scambio dell’appartamento con analoghe unità immobiliari in altre regioni, per proporre così luoghi di incontro alternativi ai vari clienti.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro