Quotidiani locali

Consiglio in seggiovia Il sindaco: «Stiamo rispettando la legge»

Abetone, la polemica per la seduta di domani alla Selletta Petrucci: «È un modo per promuovere il territorio montano»

ABETONE CUTIGLIANO. «L'amministrazione comunale di Abetone Cutigliano vuole creare momenti di vicinanza con la popolazione e la stessa politica deve essere vicina ai cittadini». Così il sindaco Diego Petrucci spiega perché il primo consiglio comunale dell’anno guidato si svolge alla Selleta di Abetone e perché «uno dei prossimi potrebbe essere organizzato al Museo delle Genti a Rivoreta».

Il primo cittadino risponde così alla lettera inviata dal capogruppo di minoranza Tommaso Braccesi, che contesta la convocazione fuori dai muri del Palazzo dei Capitani. Il consigliere non solo ha sollevato la questione ma ha interessato della stessa anche il prefetto di Pistoia. Braccesi non solo contesta l’orario (11,30) e il luogo, ma punta il dito anche sulla separazione fra appello (alle 11) e svolgimento della seduta consiliare di domani (alle 11,30). Il consigliere fa anche notare la presenza di barriere architettoniche («la seggiovia stessa») per eventuali cittadini disabili e il pagamento del biglietto su un impianto privato per quei cittadini che volessero salire per assistere alla seduta. «Il giorno della riapertura dell'impianto Le Regine – replica il sindaco Petrucci – accennai al fatto che il consiglio sarebbe stato fatto con queste modalità. La legge lo prevede. La riapertura di questo impianto dà l'idea del rilancio della montagna, del nostro comprensorio ed è un impianto pubblico, non privato. Vogliamo creare dei momenti di vicinanza e non vediamo tutti questi problemi».

«Addirittura – prosegue il primo cittadino Petrucci – quando sarà possibile ho intenzione di fare un consiglio comunale anche al Museo delle Genti di Rivoreta, sempre un bene pubblico, anche con l’obiettivo di far conoscere le realtà locali e di promuovere il territorio».

«Vorrei anche puntualizzare come nel consiglio comunale di venerdì (domani ndr) ci siano all’ordine del giorno solo atti di indirizzo e non delibere da approvare o simili. Quello che sta facendo Braccesi mi sembra solo una polemica priva di stile e di senso», sottolinea il sindaco che conclude con una stoccata a Braccesi: «Faccio presente che sono stati convocati altri 12 consigli comunali e che la maggior parte ha avuto come le 17 e si sono tenuti nella sede
istituzionale. Scelte prese in accordo con lo stesso Braccesi, per venire incontro alle esigenze dei consiglieri. Nonostante questo Tommaso Braccesi è stato presente a pochissime sedute e a volte andato via anche prima della fine».

Carlo Bardini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori