Quotidiani locali

feste

Befana  a Pistoia, in piazza soltanto col biglietto

L’ingresso alla manifestazione dei vigili del fuoco resterà gratuito ma per motivi di sicurezza sarà limitato a 5.000 persone

PISTOIA. Sarà una discesa diversa dal solito quella a cui il 6 gennaio assisteranno coloro che raggiungeranno piazza Duomo per assistere ad uno degli eventi più attesi da grandi e piccini. Non potranno più, infatti, assieparsi liberamente ai piedi del campanile per applaudire la Befana di vigili del fuoco, che planerà su a cavallo di una scopa. Potranno accedere alla piazza solo se in possesso di un biglietto – gratuito – che sarà distribuito qualche giorno prima della manifestazione.

Le norme restrittive, che prevedono un limite massimo di persone in piazza del Duomo, presumibilmente attorno alle 5.000, sono dettate dalle nuove normative nazionali in tema di sicurezza e riguardano tutte le manifestazioni in luoghi pubblici, Befana compresa. Le modalità per ritirare il biglietto gratuito saranno indicate in prossimità dell’evento. In seguito ad una riunione avvenuta nei giorni scorsi, verrà a breve siglato un accordo tra amministrazione comunale, comando dei Vigili del fuoco di Pistoia e Associazione nazionale dei Vigili del fuoco, che da sempre cura lo spettacolare evento.

«Sulla base delle normative attuali in tema di sicurezza ci sarà sicuramente un numero limite di partecipanti – conferma Luciano Burchietti, presidente della sezione pistoiese dell’Associazione nazionale dei Vigili del fuoco – C’è infatti un accordo in tema di sicurezza, non ancora siglato, per rispondere in modo serio dopo i fatti di piazza San Carlo a Torino. Saranno prese tutte le misure di sicurezza necessarie e saranno portate a conoscenza della popolazione».

Sarà dunque una Befana un po’ diversa dal solito e le famiglie che vorranno portare i propri figli ad assistere alla tradizionale discesa dal campanile nel pomeriggio del 6 gennaio dovranno tenere le orecchie tese per conoscere le modalità del rilascio dei biglietti. «Le norme di sicurezza sono le stesse applicate negli ultimi due anni, a parte la novità del biglietto gratuito di cui gli spettatori dovranno fornirsi – spiega Angelo Biagini, responsabile della Protezione civile del Comune di Pistoia – Ci saranno due accessi, uno da via Roma e l’altro da via degli Orafi, punti in cui verranno contate le persone che vogliono entrare in piazza Duomo. Poi ci sarà uno specifico piano di sicurezza».

Nella sua parte centrale, spiega Biagini, la piazza può ospitare circa 2.000 persone, oltre a quelli posizionati intorno, per un totale presumibilmente di 5.000, anche se il limite massimo sarà la questura ad imporlo.
“La piazza può ospitare fino a 9.000 persone, ma essendoci tanti bambini credo che il limite massimo sarà di 5.000 – continua Biagini – Sarà la Questura a stabilirlo definitivamente».

Sono già due anni che il Comune di Pistoia applica le restrizioni previste dal decreto Gabrielli, restrizioni previste in tutte le manifestazioni pubbliche, precisa Biagini, dunque niente che non sia già stato fatto. «Pensavamo di mettere

dei biglietti gratuiti per facilitare il conteggio delle persone all’entrata della piazza – conclude – biglietti che verranno distribuiti qualche giorno prima dell’evento». Su tempi e modalità non resta che attendere la pronuncia dell’amministrazione comunale.


 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro