Quotidiani locali

santa barbara 

Vigili del fuoco oltre 4.500 interventi negli ultimi 12 mesi

Tempo di bilanci e di riconoscimenti al comando provinciale di Pistoia in occasione delle celebrazioni per la patrona del Corpo

PISTOIA. Negli ultimi dodici mesi sono stati oltre 4.500 gli interventi portati a termine dai Vigili del fuoco del Comando provinciale di Pistoia, fra cui più di 1.300 per incendi, 180 per dissesti statici, 350 per soccorsi a persona. E fra giugno a settembre, con il continuo ricorso al raddoppio dei turni, i vigili del fuoco pistoiesi sono stati chiamati a spengere incendi che hanno ridotto in cenere più di 450 ettari di superficie boschiva.

Per Santa Barbara la prova ginnico-professionale dei vigili del fuoco di Pistoia Nel piazzale del comando provinciale le dimostrazioni con la "teleferica" e la "scala italiana" (Video Lorenzo Gori)


Tempo di bilanci e di riconoscimenti ieri mattina nella caserma di via Luigi Russo, in occasione di Santa Barbara, la patrona dei vigili del fuoco. È stato il comandante provinciale Luigi Gentiluomo, ad illustrare quella che è stata l’attività portata avanti dai suoi uomini nel corso dell’ultimo anno per garantire la sicurezza e il soccorso ai cittadini. Sia sul fronte della prevenzione (con corsi e controlli) che dell’emergenza. E nonostante quelle carenze di personale e di mezzi che accomunano l’intero corpo nazionale, per far fronte alle quali, ha assicurato, si impegnerà personalmente a livello ministeriale.

La giornata di ieri al comando provinciale è iniziata con l’inaugurazione, nel giardino dell’ingresso, della scultura creata e donata dall’artista pistoiese Nevio Di Marco, che raffigura un vigile del fuoco nell’atto di spengere un incendio.

Quindi, la cerimonia organizzata nell’autorimessa della caserma, nel «cuore pulsante della nostra attività quotidiana di soccorsi» ha spiegato il comandante Gentiluomo. Aperta con la messa celebrata dal vescovo Fausto Tardelli, e conclusa con la consegna dei riconoscimenti ai vigili del fuoco in servizio e in pensione.



Un diploma di lodevole servizio è stato consegnato al caporeparto Paolo Di Marco, nel nel Corpo dall’11 marzo 1985 al 2 novembre 2016 . Premiati con la croce di anzianità i vigili del fuoco esperti Francesco Chiti, Massimiliano Corsini, Manuele Gelli, Andrea Pieretti, Mirco Santarnecchi ed Elio Tomei.



Attestato di elogio al vigile coordinatore Andrea Cioni, che il 12 ottobre 2016, sulla statale 436, a Lamprecchio, in un incidente stradale con delle persone incastrate nell’abitacolo “si prodigava, libero dal servizio, con ogni mezzo a disposizione ad estricare gli occupanti dall’abitacolo in attesa dell’arrivo della squadra dei Vigili del fuoco. Il suo tempestivo intervento è stato determinante per assicurare i malcapitati alle immediate cure del 118”.

Attestato di elogio anche all’Associazione nazionale dei vigili del fuoco sezione di Pistoia “per l’impegno profuso nell’organizzazione del 24° raduno nazionale”, e all’assistente capo Domenica Franchini, in pensione dal primo dicembre “per la lunga collaborazione profusa nella gestione dell’ufficio prevenzione incendi”. Attestato di compiacimento al Capo squadra esperto Eustachio Bia, che il 10 febbraio 2017, in viale Adua, libero dal servizio era intervenuto assieme ai colleghi accorsi sul posto in occasione di un incendio all’interno di una tabaccheria. Attestato di compiacimento al vigile coordinatore Massimo Cipriani, anche lui intervenuto libero dal servizio su un incendio, quello di un’auto, il 19 gennaio, in viale Adua. Attestato di compiacimento infine al vigile qualificato Riccardo Fidenti: il 12 luglio 2017, in località Le Querci, a Fucecchio, era intervenuto libero dal servizio per spengere un mezzo agricolo in fiamme.

Al termine della cerimonia, uno spettacolare saggio-professionale nel piazzale del comando con l’utilizzo della scala italiana, una delle attrezzature più importante e caratteristiche dei vigili del fuoco. (m.d.)


 

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista