Quotidiani locali

Rapinata da un bandito armato

Donna di 63 anni costretta a consegnare i soldi sotto la minaccia di un coltello

MONTALE. Si è avvicinato alla donna con una scusa: sosteneva che era stata lei, non si sa come, a rovinargli lo specchietto della sua vecchia Vespa. Poi, con un rapido gesto, ha tirato fuori dalla tasca del giubbotto un coltello. E minacciandola con quello, si è fatto consegnare dalla vittima tutti i soldi che aveva nella borsa: 25 euro. Per poi darsi alla fuga in sella al suo scooter.

Teatro della rapina, attorno alle undici e mezzo di ieri, via Sem Benelli, a Montale. La vittima è una donna di 63 anni che abita nella zona e che stava camminando lungo la carreggiata. Ad un certo punto le si è arrivato il giovane sconosciuto, sembra uno straniero di origini africane, in sella a una vecchia Vespa azzurra e con il casco il testa. Come detto, la scusa per avvicinarla senza metterla troppo in allarme è stata quella del danno che avrebbe trovato allo specchietto del suo scooter e che secondo lui sarebbe stato causato dalla donna. A un certo punto, il bandito ha impugnato il coltello e si è fatto consegnare il denaro.

Una volta rimasta sola, la donna, sotto choc per la paura, è andata dritta a casa e soltanto attorno alle due del pomeriggio ha trovato la forza di uscire e andare a denunciare

quello che le era successo ala caserma dei carabinieri.

Avuta la descrizione del rapinatore, i militari dell’Arma hanno immediatamente diramato le ricerche alle pattuglie in servizio sul territorio. Per una caccia all’uomo che per il momento non ha dato frutti.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista