Quotidiani locali

in via dei macelli

Pestato a sangue per la moto troppo rumorosa

In codice rosso all’ospedale dopo l’aggressione, denunciati dalla polizia due fratelli albanesi

PISTOIA. Prima le offese e le minacce. Poi i pugni, tanti, al viso, alla testa, al corpo. E una volta finito a terra, i calci, mentre, a causa della sua grave forma di diabete, cominciavano già le convulsioni causate dalla choc e da una crisi glicemica. Vittima della brutale aggressione da parte di due fratelli albanesi, un 38enne pistoiese, “colpevole” di aver fatto troppo rumore mentre, con l’aiuto di un amico, stava riparando la sua moto nel cortile di casa. Trasportato in codice rosso all’ospedale dopo l’intervento della polizia, l’uomo ha formalizzato la sua querela una volta dimesso, dopo quasi una settimana di ricovero. E ieri la Squadra volante della questura ha deferito formalmente alla procura i due fratelli: 38 e 33 anni, sono accusati di lesioni, violenza privata e minacce aggravate.

Teatro del pestaggio, la zona di via dei Macelli. Dove verso le sei del pomeriggio la vittima stava aggiustando la sua moto Ktm assieme a un amico. Troppo rumoroso però quel motore secondo l’inquilino albanese che abita al piano rialzato della palazzina: prima si è affacciato offendendo, poi ha telefonato al fratello per farsi raggiungere e, insieme, a lui è saltato giù dal terrazzino di casa . E sebbene già dalla prima protesta la vittima avesse spento la moto, i due fratelli gli si sono scagliati contro. Offendendolo, minacciandolo di morte e spaccandogli il cellulare a terra quando lo ha preso di tasca per chiedere aiuto alla polizia. Vano il tentativo di difenderlo da parte dell’amico che era con lui. Il 38enne è stato preso a pugni, scaraventato a terra e preso a calci. Un vicino ha dato l’allarme al 113 e sul posto è accorsa una Volante della questura. I poliziotti

hanno immediatamente chiamato il 118 e la vittima, in preda alle convulsioni, è stata trasportata in codice rosso al pronto soccorso. Quindi hanno provveduto ad identificare i due aggressori, uno dei quali, sottoposto al precursore, è risultato essere in stato di ebbrezza.
 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics