Quotidiani locali

Rivuole la Mercedes regalata alla ex: in cella

Pistoia, settantenne arrestato dalla polizia dopo la fine della storia d’amore con una ragazza di quarant’anni più giovane

PISTOIA. Arrivato alla soglia dei settant’anni, annebbiato da quella passione per lui travolgente, non aveva badato a spese per fare felice il suo amore di quarant’anni più giovane. Le aveva acquistato una casa intestandola per metà a lei, le aveva regalato una Mercedes da 50.000 euro e , via via, le aveva dato nel tempo complessivamente circa 90.000 euro. Il tutto nell’arco di un rapporto che, dopo meno di un anno, lei ha deciso di troncare. Un dolore che non solo ha spezzato il cuore all’attempato innamorato ma che, alla fine, lo ha portato anche dietro le sbarre. Dopo che, domenica mattina, 10 settembre, ha cercato di riprendersi almeno quella costosa auto che aveva comprato e intestato alla ormai sua ex.

Resistenza, lesioni e oltraggio a pubblico ufficiale, appropriazione indebita e porto illegale di oggetti atti ad offendere i reati per i quali i poliziotti della Squadra volante lo hanno arrestato. Arresto che questa mattina è stato convalidato dal giudice monocratico del tribunale di Pistoia, che, rimettendolo in libertà in attesa del processo per direttissima, ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare dell’obbligo di firma alla polizia giudiziaria.

La situazione è precipitata poco dopo le 11 di domenica mattina, quando l’uomo, con la copia della chiave che aveva ancora con lui, è andato sotto casa della giovane ex (nella zona di viale Petrocchi) per portarsi via l’auto pagata con i propri soldi. La ragazza lo ha visto e ha telefonato al 113. L’uomo, che aveva già ingranato la marcia e se ne stava andando, alla vista della Volante si è fermato, è sceso, e si è diretto verso i poliziotti per spiegare loro ciò che stava facendo e perché lo stava facendo, raccontando della casa, della Mercedes e di tutti i soldi che aveva dato alla ex. Un racconto accalorato, fatto quasi urlando, durante il quale a lungo i poliziotti hanno cercato di convincerlo a lasciare perdere, a cercare una via legale per risolvere la questione, a non mettersi dalla parte del torto. Invano. Alla fine, quando la ex, scesa in strada, gli si è avvicinata, lui ha perso definitivamente la testa: ha tirato fuori di tasca un trincetto e ha fatto per andare verso di lei. Uno dei poliziotti a quel punto lo ha abbracciato

da dietro per fermarlo ed entrambi sono rovinati a terra. A quel punto sono inziate le offese, i tentativi di divincolarsi. E, complici le lesioni subite dall’agente a un ginocchio (7 giorni di prognosi refertati in ospedale) è stato inevitabile l’arresto. (m.d.)
 

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista