Quotidiani locali

industria

Obiettivi raggiunti al 77 per cento: si fa festa all’Hitachi

Sindacati e azienda siglano l’accordo per il premio di risultato. In busta paga arriveranno dai 1.904 ai 2.285 euro lordi

PISTOIA. Obiettivi raggiunti per il 77 per cento. Hanno di che essere soddisfatti i dipendenti della Hitachi Rail Italy, che si vedranno riconoscere in busta paga un premio di risultato che oscilla dai 1.904 euro lordi per i livelli dal primo al quarto , fino ai 2.285 euro per i settimi e ottavi livelli e i quadri. Merito del buon andamento dei dodici mesi dal marzo 2016 al marzo 2017, in termini di guadagni di produttività, rispetto dei tempi delle consegne dei treni e risultati economici dell’azienda.Tutto questo è stato ratificato a Roma, nel corso dell’incontro tra sindacati (Fim, Fiom, Uilm e Rsu dei singoli stabilimenti) e azienda.

Si stappa lo spumante in via Ciliegiole, dunque: sia per i soldi che gonfieranno le buste paga in tempo per le vacanze estive, sia per la conferma del buon andamento complessivo dell’azienda, che sembra essersi ormai lasciati definitivamente alle spalle gli anni dei bilanci in rosso. Non a caso nei giorni scorsi sono arrivate anche le conferme delle ormai imminenti nuove assunzioni.

leggi anche:



Anche se, bene ricordarlo, non sono tutte rose e fiori: tra dipendenti e azienda, ad esempio, permangono forti attriti nell’applicazione dei nuovi accordi su orari e flessibilità. L’incontro di Roma è stato aperto dall’amministratore delegato Maurizio Manfellotto, che ha illustrato il piano di lavoro presente e futuro, parlando sia delle commesse recentemente ottenute dall’azienda, sia di quelle su cui si punta per rimpinguare ulteriormente il portafoglio ordini.

L’ingegner Luca D'Aquila ha poi illustrato i dati di bilancio al primo trimestre 2017, con risultati in positivo per 11,8 milioni di euro , un dato sia pur di poco, superiore addirittura al 100% dell’obiettivo assegnato nell’accordo di ottobre. Il direttore generale produzione Giuseppe Marino ha quindi spiegato l’evoluzione delle commesse in essere, con qualità, tempi di consegne e produttività molto migliori rispetto all'anno passato. In particolare, i documenti sottoposti ai sindacati e approvati alla fine dell’incontro, indicano un raggiungimento del 100% degli obiettivi per due commesse: quella chiave degli Etr 1000, i supertreni ad alta velocità Frecciarossa (dovevano essere consegnati tutti e 50 entro il 31 marzo e così stato); e quella per i treni della metropolitana di Copenaghen, sfornati tutti e 28 nei termini previsti. Obiettivo al 60% per la finitura dei vagoni dei treni Tsr per pendolari e al 40% per le carrozze Vivalto.

A fianco del contributo dei dipendenti, l’azienda non farà mancare nuovi investimenti nell’automazione delle tre fabbriche (oltre a Pistoia, anche Napoli e Reggio Calabria), con l’obiettivo di avvicinarsi sempre di più al modello cosiddetto dell’industria 4.0.

Il direttore generale del personale Ernesto Martinelli ha infine affrontato il tema – particolarmente atteso dai sindacati – delle imminenti assunzioni in tutte e tre le sedi dell’azienda ferroviaria. Complessivamente, questo il dato forse più nuovo emerso dall’incontro di Roma, il piano di assunzioni globale di Hitachi, per i prossimi anni, prevede 252 assunzioni totali.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista