Quotidiani locali

Musei presi d’assalto dai turisti a Pasqua 

L’apertura gratuita e l’effetto Pistoia Capitale hanno portato un’affluenza record: da +180 a +259% rispetto al 2016

PISTOIA. Apertura gratuita ed effetto Pistoia Capitale italiana della cultura. Un combinato disposto che ha portato affluenze record nei musei comunali e a Palazzo Fabroni durante Pasqua e Pasquetta.
Se dall’Ufficio del turismo si evidenziavano già da ieri i buoni risultati, in termini di presenze, del turismo in città, i biglietti staccati al Museo Marini, al Civico e a Palazzo Fabroni fanno brillare gli occhi a chi spera che Pistoia sia apprezzata e conosciuta per quanto ha da offrire in termini d’arte.
L’occasione offerta dalla nomina a Capitale italiana della cultura 2017 sta dando i suoi frutti. E aggiungiamoci pure la scelta lungimirante del Comune di garantire l’accesso gratuito durante le festività pasquali. Il Civico, con la collezione di arte antica e il Centro di documentazione Giovanni Michelcci, aveva registrato lo scorso anno (da venerdì 25 a lunedì 28 marzo compresi, giorni delle festività pasquali) 393 presenze. Quest’anno (da venerdì 14 aprile a lunedì 17 aprile compresi) i biglietti staccati sono stati 1.412 (+259%).
A Palazzo Fabroni erano previste visite guidate gratuite alla mostra Pret-à-porter di Giovanni Frangi. Gratuita anche l’entrata alla collezione permanente del Novecento e Contemporanea. Nel 2016 le presenze erano state 77, quest’anno 233 (+202%).
Nel Museo Marini Marini, è esposta attualmente la mostra di dipinti di John Vander. Anche qui l’ingresso era gratuito e l’incremento delle presenze, rispetto alla Pasqua 2016, è stato del 180% (da 117 a 328).
Il bel tempo e il clima primaverile non hanno avuto quindi effetti positivi solo sul turismo “all’aperto”. Gli appassionati di arte hanno deciso di cogliere l’occasione per scoprire cos’hanno da offrire i musei cittadini. Molti più turisti in centro anche secondo l’Ufficio del turismo, soprattutto tedeschi e spagnoli.
Allo zoo di Pieve a Celle è stato record di presenze: 6.600 in tre giorni, con il boom - com’era prevedibile - nel giorno di Pasquetta. Numeri nemmeno lontanamente paragonabili a quelli dello scorso anno, e in questo caso la Pasqua a primavera avviata ha dato un contributo importante. «Ma anche Pistoia Capitale

- spiega il gestore dello zoo, Paolo Cavicchio - Da quando è iniziata la stagione delle visite, un mese fa, si fermano molte famiglie che ci dicono di essere in città per una visita dopo aver saputo che siamo la città italiana della cultura. Direi un 10% del totale».
 

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVI SERVIZI EDITORIALI

Una redazione a disposizione degli autori