Quotidiani locali

Sospetta overdose, diciassettenne in rianimazione a Careggi

Pistoia: la ragazza si era allontanata da una comunità pistoiese con due amici. Trovata in gravi condizioni a Rifredi

PISTOIA. Si era allontanata da una comunità di recupero pistoiese nel pomeriggio di domenica 15 maggio insieme a due ragazzi, ospiti come lei del Ceis di Masotti. La ragazza, una diciassettenne di Massa, è stata trovata in sospetta overdose da sostanze stupefacenti intorno alle otto di lunedì 16 maggio, in via delle Medaglie d'Oro, nel quartiere fiorentino di Rifredi. Ora è ricoverata in rianimazione a Careggi, le sue condizioni sono considerate molto gravi. Su come e chi le abbia fornito le sostanze che l'hanno portata in coma sono in corso le indagini dei carabinieri della Compagnia di Firenze.

In via delle Medaglie d'Oro sono intervenuti, su richiesta dei sanitari del 118, i militari del Nucleo radiomobile. E' stata trovata svenuta, in gravi condizioni, per sospetto abuso di sostanze stupefacenti. Sono ore di ansia al Ceis, dove la ragazza era ospite da circa 8 mesi. Ha una storia difficile alle spalle, come tutti i giovanissimi ospiti del Centro, ma non aveva mai avuto "colpi di testa" sino a ieri, quando si è allontanata con due amici, un minorenne e un maggiorenne.

Del maggiorenne non si hanno ancora notizie, il minorenne è tornato a casa dai genitori, che hanno subito informato la comunità. "Per molti di questi ragazzi - commenta il presidente del Ceis, Franco Burchietti - siamo babbo e mamma. Il percorso di recupero è lungo e difficile, ma come Ceis siamo stati i primi in Toscana, nel 2013, a voler aprire una struttura riservata esclusivamente ai giovanissimi con problemi di tossicodipendenza. La comunità ospita una decina di ragazzi. Abbiamo un'èquipe composta da operatori sanitari, psicologi e psichiatri". Stare in comunità non vuol dire "solo" disintossicarsi. Si cerca di riportare questi giovani nel mondo. "Ci sono attività di teatro, apicoltura, falegnameria, hanno messo su un pollaio con animali da cortile... Un ragazzo esce per andare a scuola e prendere la licenza dell'obbligo, tra poco dovrà dare gli esami. Nei giorni scorsi due giovani sono stati dimessi. Capita raramente

che qualcuno si allontani, ma può succedere. Quando "prende l'idea" approfittano di un cambio turno o di un impegno imprevisto degli operatori per aprire il cancello o addirittura scavalcare la recinzione. E' un compito difficile il nostro e siamo, sostanzialmente, soli".  (t.g.)

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE PER GLI AUTORI

Stampare un libro, ecco come risparmiare