Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pistoia capitale della cultura
Una gran tristezza quelle chiese chiuse

Una gran tristezza quelle chiese chiuse

Attratti da Pistoia capitale della cultura sono aumentati i “turisti d’arte”, ma tanti monumenti e musei non erano aperti

OIA. «La cattedrale?». «È chiusa, riapre alle tre e un quarto». Smorfia di disappunto: «Ah, e nel frattempo un ristorantino dove andare a mangiare?».

Pochi secondi e altre tre persone entrano nell’ufficio del turismo. Due uomini e una donna, di una certa età. Chiedono una cartina, si fanno indicare i luoghi da visitare. Hanno sentito parlare di alcune bellissime chiese: Sant’Andrea, San Giovanni Fuorcivitas, San Leone, Santissima Annunziata. Le risposte disegnano un percorso a ostacoli. Alcune chiuse, altre aperte a metà. Solo San Bartolomeo è rimasta aperta durante Pasqua e Pasquetta. Anche la cattedrale di San Zeno ha avuto intervalli temporali di chiusura.

Due minuti e fa capolino una guida turistica. La mattina ha accompagnato un gruppo di 25 persone in giro per il centro storico. Grande disappunto quando, arrivati davanti a San Giovanni Fuoricivitas, l’hanno trovata chiusa.

Ancora più arrabbiate tre coppie di Bologna, incrociate sulla Sala: «Abbiamo preso il treno presto per visitare le vostre chiese. Abitiamo appena al di là dell’Appennino, siete capitale italiana della cultura per il 2017. C’incuriosiva la città, ma vediamo che qui molte cose sono ancora da organizzare».

I turisti non sono mancati. Anni addietro, con la Pasqua ad aprile inoltrato e condizioni meteo migliori hanno registrato presenze più alte, ma il richiamo di Pistoia capitale italiana della cultura si è fatto sentire. È, insieme alle famiglie (il turismo tradizionale pasquale) sono le persone e i gruppi di appassionati d’arte, con un livello culturale medio alto, ad aver fatto tappa in città. Ricavandone sensazioni contrastanti. «Bellissima piazza del Duomo, caratteristica la Sala, ma la cattedrale chiusa... E volevamo visitare la fortezza Santa Barbara, chiusa pure quella», dice una coppia di Monza.

«Se il problema dell’apertura delle chiese è la mancanza di fondi perché non trovare delle idee, come- suggerisce un ventenne di Bergamo - mettere dei cartelli fuori dalle chiese invitando le persone a destinare l’8 per mille? Qualcosa del tipo “Con il tuo contributo la chiesa sarà sempre aperta”».

Chiusi per Pasquetta il museo Civico e il museo San Zeno, sempre chiuso il Rospigliosi. «Per fortuna -commenta Ilaria Nardi, presidente Confesercenti centro storico Pistoia - possiamo contare tutti i giorni su Pistoia sotterranea.

Dalle 9 alle 17 ci sono visite guidate, e noi le consigliamo ai nostri clienti. In vista dell’anno della cultura è necessaria una collaborazione fattiva con Diocesi e Comune. Dobbiamo sapere quali monumenti e chiese sono aperti e in che orari».

Tiziana Gori

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro