Una petizione pro-sindaco a Cutigliano

I promotori intendono rispondere alle critiche del volantino anonimo affisso a Pian degli Ontani

    CUTIGLIANO. «Caro sindaco, considerato che ormai è di gran moda raccogliere firme per qualsiasi argomento, anche noi abbiamo organizzato una petizione per dirti “Non ti curar di loro ma guarda e passa”. Pertanto speriamo che insieme agli amministratori, collaboratori e giovani continuiate nel lavoro intrapreso per risanare le finanze del nostro comune, proiettandolo verso un futuro migliore». È il testo che si legge sulla petizione che sta facendo il giro del territorio di Cutigliano. L’iniziativa è di un gruppo di cittadini (Andrea Benedetti, Alessandro Chiti, Francesca Frullani, Ezio Sichi e Giuliano Tonarelli) che, dissociandosi da quanto scritto sul volantino anonimo firmato dalla fantomatica “Associazione per la tutela della mulattiera” e affisso circa due settimane fa a Pian degli Ontani, hanno deciso di attivare una raccolta firme a sostegno dell’amministrazione guidata da Carluccio Ceccarelli.

    «Le proteste in forma anonima non ci sembrano un modo di agire corretto – dice Frullani – specie se su quei volantini si scrive “i cittadini tutti”. L’iniziativa proviene da pochi che non possono certo avere la pretesa di parlare a nome di tutta la cittadinanza. C’è un’altra parte di cittadini che sostiene e apprezza l’operato di questa amministrazione e questa petizione serve a dimostrarlo». Le firme raccolte sono per adesso una settantina, ma le locandine stanno ancora girando.

    «Abbiamo scelto la petizione perché riteniamo che sia giusto esporre la nostra posizione, mettendo nome e cognome in quello che facciamo – prosegue Benedetti – il nostro è un convinto sostegno viste le difficoltà che questa amministrazione ha ereditato e considerato il difficile momento economico generale. Riconosciamo che questa amministrazione è quasi riuscita a salvare il bilancio di un comune al dissesto e ad un passo dal commissariamento. Come detto dal sindaco durante l’ultimo consiglio l’amministrazione è disponibile ad un sereno confronto che porti contributi e proposte concrete per la risoluzione dei problemi. Quanto emerso dal volantino non è corretto e denota una completa ignoranza rispetto agli argomenti trattati con grande superficialità. Si scende poi in maniera strumentale e inopportuna su vari aspetti dell’attività privata del sindaco che nulla hanno a che vedere con le scelte generali dell’amministrazione». (e.v.)

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    04 ottobre 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ