Ex assessore condannato per le trasferte gonfiate

Comunità Montana, per le visite ai cantieri aperti Ilio Giandonati chiedeva rimborsipiù alti del dovuto e il presidente Gualtierotti autorizzava: ora dovranno pagare

    di Fabio Calamati

    Non c’è pace per la Comunità montana. Non bastasse lo scandalo degli ammanchi milionari di cui è accusato l’ex tesoriere Giuliano Sichi, ora torna a galla la vicenda dei rimborsi chilometrici gonfiati dell’ex assessore ai lavori pubblici Ilio Giandonati quando si recava a controllare i numerosi cantieri aperti dall’ente nel suo vasto territorio. Per questa vicenda Giandonati (esponente Ds nella giunta della Comunità dal 2004 al 2008) era già stato condannato a otto mesi di reclusione per truffa.

    Ora a farsi viva è la Corte dei conti, che ha ritenuto colpevoli di aver danneggiato l’erario lo stesso Giandonati e l’allora presidente dell’ente comunitario, Mauro Gualtierotti. Dovranno restituire il primo 15.677 euro, il secondo 3.135 euro. L’udienza si è svolta a gennaio ma il testo della sentenza è stato reso noto solo pochi giorni fa.

    Conclusione: Giandonati è colpevole di aver provocato danno erariale. L’ammontare della somma i gi0udici contabili l’hanno calcolata in modo diverso dalla procura, approdando ad una cifra di 15.677 euro. Colpevole anche Mauro Gualtierotti, che dovrà restituire 3.135 euro.

    20 settembre 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ