comune unico

Orlandini: «Ascolteremo tutti ma vogliamo fuori i partiti»

SAN MARCELLO. Il comune unico della montagna pistoiese. Un'idea di cui si parla da anni. Un' idea certamente non nuova o originale, ma originale e degna della massima attenzione è invece la proposta...

    SAN MARCELLO. Il comune unico della montagna pistoiese. Un'idea di cui si parla da anni. Un' idea certamente non nuova o originale, ma originale e degna della massima attenzione è invece la proposta elaborata da un comitato promotore, formato di 16 persone che sabato a San Marcello ha presentato nomi e idee.

    I promotori non l'hanno esplicitamente detto, ma è apparso subito chiaro, che il comitato si pone un obiettivo alto, quello di realizzare la fusione fra i comuni montani, e desidera lasciar perdere tutte le discussioni e le divisioni che ci sono state in passato sul tema del comune unico della montagna pistoiese e tanto meno interessa loro discutere il nome futuro.

    Il comitato cerca, in altri termini, di fa ciò che la politica non ha saputo fare in questi anni, cerca un rimedio, una soluzione. Lo fa scegliendo la strada maestra che è quella offerta dalle attuali disposizioni di legge .

    «Abbiamo messo fuori i partiti. Non chiederemo loro di partecipare. Siamo un semplice comitato di cittadini e chi vorrà aderire dovrà richiederlo, e se la risposta sarà positiva ne farà parte. Desidero che si sappia che terremo conto di ogni suggerimento costruttivo e eviteremo ogni inutile polemica» dice il 54enne geometra, Roberto Orlandini, coordinatore del comitato. «Siamo in 16 – continua – ad aver firmato l'atto costitutivo ed aver lavorato allo statuto». Fra queste persone figurano un sindaco in carica, Carluccio Ceccarelli, due ex sindaci, Carla Strufaldi e Valerio Sichi, alcuni ex consiglieri comunali ed altre personalità tra cui la dirigente scolastica, Maria Lucia Querques. Nel corso della conferenza stampa,è emerso che il presidente Uncem (Unione comuni montani), Oreste Giurlani, è disposto a presenziare ai lavori a favore dell'iniziativa «Giurlani è il benvenuto come persona, non lo vogliamo come rappresentante di un ente», è stata la risposta. A chi ha chiesto se i sindaci dei territori interessati erano a conoscenza dell'iniziativa, è stato risposto «I sindaci sono stati informati e si sono detti disponibili ad un confronto».

    Sauro Romagnani

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    06 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.

     PUBBLICITÀ