Debutta Eva contro Eva del duo Panici-Villoresi

Martedì la prima alla Versiliana per l’allestimento del Teatro “Manzoni” All’attrice la parte che fu della Davis per il film che vinse l’Oscar nel 1951

    di Michele Galardini

    PISTOIA. Prima della riapertura della stagione autunnale, il teatro Manzoni ospita in questi giorni le prove di un nuovo spettacolo che debutterà martedì al Festival La Versiliana per poi tornare a Pistoia a inizio novembre. Si tratta dell’adattamento teatrale operato dal regista pistoiese Maurizio Panici a partire dal celeberrimo film “Eva contro Eva” di Joseph L. Mankiewicz , che nell’edizione del 1951 degli Oscar si aggiudicò 6 delle 14 statuette per le quali era stato nominato, tra cui quella come “Miglior film”, e che permise alla diva Bette Davis e al regista statunitense di vincere ben due premi al Festival di Cannes: “Migliore interpretazione femminile” e “Gran premio della giuria”.

    Quello che andrà in scena a Pistoia a novembre sarà una pièce per lo più fedele al testo filmico, come spiega Pamela Villoresi, che interpreterà la parte di Margo Channing che fu di Bette Davis: «Sarà un quadro molto completo e accurato dell’epoca ed è un tema molto attuale, considerato che oggi è così difficile lavorare che per fare carriera si è disposti a qualunque crudeltà: c’è un arrivismo spietato ed è una mentalità che in America esisteva già da allora mentre in Italia sta emergendo con forza in questi ultimi anni». Nata a Prato, Villoresi ha ormai eletto Pistoia a sua casa artistica con i ben quattro spettacoli realizzati assieme a Panici e prodotti dall’Atp che sono andati in scena al Manzoni nelle ultime tre stagioni, spaziando dalla tragedia greca di “Medea” al teatro immaginifico di Vargas Llosa con “Appuntamento a Londra”.

    Nei panni della giovane rivale Eva Harrington, che furono di Anne Baxter, ci sarà l’attrice romana Romina Mondello, fresca di apparizione nell’ultimo film di Terrence Malick “To the wonder” che verrà presentato a fine mese a Venezia. «Era destino che io e Panici lavorassimo assieme, da quando molti anni fa mi cercò per “Romeo e Giulietta”. Con lui ho lavorato molto sulle sfumature del mio personaggio, sulla sua fragilità che si tramuta in forza e viceversa. Con la sua scaltrezza, la sua bellezza e la sua intelligenza, Eva rappresenta un personaggio a tutto tondo, con suo sviluppo ben preciso che la porta ad apparire come un ideale di femminilità». Nel ruolo del fidanzato di Margo, Bill Sampson, ci sarà Massimiliano Franciosa, che proprio con Panici ha avuto le sue prime esperienze di teatro: «Nel 1993 avevo scritto un testo assieme a Valerio Mastandrea e Marco Giallini che chiamava “Amici”.

    Cercavamo un regista e ci proponemmo sfacciatamente a Panici facendo una lettura davanti a lui. Il progetto gli piacque e decise di produrre il nostro spettacolo con Argot, da lì in poi abbiamo collaborato almeno altre 6 volte. Non è nemmeno la prima volta che recito a Pistoia, perché debuttai qui nel 1999 assieme a Rossella Falk per “Differenti opinioni” di David Hare». A chiudere il quartetto di attori il veterano Luigi Diberti, che interpreterà il critico teatrale Addison DeWitt, spogliandolo della simpatica diabolicità del film. Lui di Pistoia ha un ricordo molto particolare: «Dovevo recitare assieme alla Villoresi ne “Il campiello” per la regia di Strehler ma la sera della prima inciampai nella scenografia e mi ruppi il perone e il malleolo. Il giorno dopo recitai zoppicando e ricevetti molti applausi tanto che un giornale titolò “cosa non si fa pur di ricevere gli applausi”».

    ©RIPRODUZIONE RISERVATA

    05 agosto 2012

    Altri contenuti di Cronaca

    Annunci

    • Vendita
    • Affitto
    • Casa Vacanza
    • Regione
    • Provincia
    • Auto
    • Moto
    • Modello
    • Regione
    • Regione
    • Area funzionale
    • Scegli una regione

    Negozi

    ilmiolibro

    Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana

     PUBBLICITÀ