Quotidiani locali

Un'assemblea sull'allarme bario

La richiede Legambiente dopo i risultati sull'acqua della Asl 3

 QUARRATA. Legambiente Pistoia attraverso il referente per la zona di Olmi e Quarrata Daniele Manetti organizzerà presto un'assemblea pubblica per discutere con la cittadinanza dell'inquinamento da bario registrato in una parte dell'acquedotto della città del mobile.  Concentrazioni di bario sette volte superiori al valore guida indicato dall'Organizzazione mondiale della sanità erano infatti state rilevate nella zona del Boschetto di Quarrata. I campionamenti erano stati effettuati da un gruppo di studiosi alla fine del 2009 e pubblicati sulla rivista "Le Scienze" nel dicembre 2010.  A Quarrata la concentrazione di bario risultava essere di 5 milligrammi per litro, sette volte superiore alla soglia di 0,7 mg/l fissata dall'Oms. Un problema del quale l'Arpat venne a conoscenza a marzo del 2010 e che venne subito risolto dai tecnici di Publiacqua miscelando l'acqua al bario con acqua non "contaminata" proveniente da un altro pozzo.  Difficile stabilire però quali siano gli effetti del bario sulla salute umana. Essendo al centro di un vuoto normativo, da un punto di vista scientifico sappiamo solamente che il bario provoca ipertensione e che la sua tossicità dipende dalla sua solubilità in acqua. Secondo quanto riportato nello studio pubblicato da "Le Scienze", l'ingestione accidentale di sali solubili di bario provocherebbe, gastroenterite, paralisi muscolare, fibrillazione ventricolare ed extrasistole.  In qualità di referente di Legambiente Pistoia Daniele Manetti ha continuato le sue ricerche sull'argomento, richiedendo all'Asl3 dati ufficiali sui rilevamenti fatti nel 2010: «Ho chiesto la documentazione all'Arpat e all'ufficio igiene dell'Asl - racconta Manetti - e mi è stato confermato quello che sapevamo, anzi di più: dai documenti in mio possesso infatti risulta che i valori di bario presenti a Quarrata non erano di 5 milligrammi per litro, ma addirittura di 8. Il problema è stato costantemente monitorato dalla stessa Asl che, facendo campionamenti successivi, ha riportato la percentuale di bario presente nell'acqua entro il valore guida non vincolante dell'Oms. Resta però il fatto che per un lungo periodo una parte dell'acquedotto è stato "contaminato" dal bario. Come Legambiente quindi ci stiamo organizzando per fare un'assemblea pubblica
con i cittadini di Quarrata, con gli enti pubblici e tutti quanti vogliano partecipare. Metteremo la documentazione tecnica che abbiamo raccolto a disposizione di tutti e la spiegheremo così da farla capire anche ai non addetti».  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Pistoia Tutti i ristoranti »
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.