Quotidiani locali

L’ex Gatto Mézzo Francesco Bottai svela “Passo dopo”

PISA. «Passo dopo perché passo quando voglio, e non quando me lo chiede il mondo». A parlare è il musicista Francesco Bottai in occasione del lancio del suo nuovo singolo e del video dal titolo...

PISA. «Passo dopo perché passo quando voglio, e non quando me lo chiede il mondo». A parlare è il musicista Francesco Bottai in occasione del lancio del suo nuovo singolo e del video dal titolo “Passo dopo”. Bottai (ex Gatti Mézzi) con questo singolo che non è contenuto nell’ultimo e recente album “Vite semiserie”, rivendica la sua «anarchia ed indipendenza» sia dal punto di vista musicale che di vita; lui, marinese e pescatore, come può, ci dà di motozappa per piantare il fagiolo piattello pisano. Il singolo “Passo dopo” è incastonato in un video che già furoreggia su Youtube, girato a Montelupo Fiorentino con gli attori Gaia Nanni e Luca Carotenuto con la regia dello stesso Bottai che nel video inforca una splendida bici Bianchi lasciatagli dal padre.

«È la prima volta che faccio il regista in un video ma i videomaker mi hanno detto che avevo le idee così chiare e nette che il regista lo dovevo fare io». La direzione della fotografia è affidata a Frank Andiver. Bottai ha anche scritto la sceneggiatura. Nel singolo, il musicista si lascia andare ad un assolo di chitarra distorto inusuale per le sue corde ma straordinario come se lo stesso Bottai si affrancasse anche da sé. «È così – spiega Bottai – il pezzo, di base è hip hop ma dal punto di vista melodico mi appartiene, è nei miei canoni ma questo pezzo è quello che più mi assomiglia in questo momento della mia vita personale ed artistica. Non potevo non farlo. Lo dovevo a me stesso».

Il testo è bellissimo perché è irriverente è ironicamente anarchico, è il «passo dopo perché passo quando lo decido io quando sono pronto. E quindi, se mi vuoi pronto, passa dopo tu», continua Bottai. Il video ed il pezzo hanno subito smosso gli entusiasmi per l’irresistibile Bottai come scrive l’attrice Gaia Nanni: «Ma se uno così, che suona in quel modo lì, un giorno piglia e così su due piedi ti chiede di fare la protagonista del suo nuovo videoclip, che fai non ti ci fiondi?».

Entusiasmo a parte per il video, il singolo mette il sigillo anche al nome del tour. «Perché a questo pezzo ci tengo particolarmente e quindi il 12 giugno sarò a Pistoia in concerto con Francesco Tricarico». Ancor prima Bottai è alla Mostra del Chianti a Montespertoli il 31 maggio e poi a San Rossore all’hotel Residence, l’8 giugno. Alla House concert di Lucca suonerà il 9 giugno. E così via. Il singolo è suonato da Bottai, voce e chitarra, Daniele Aiello, Mirco Capecchi, Bernardo Guerra, Francesco Carmignani e come novità c'è un violino registrato da Matteo Guasti presso

il Labella Studio di Montelupo. Ma è l’ultimo album “Vite semiserie” a essere il protagonista del tour del musicista che ci raccontò: «Sogni a basso prezzo non ne trovi più ed allora buttiamoci in un mondo grottesco, fatto di giraffe col torcicollo».

Carlo Venturini

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro