Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Con “Empty Floor” torna al Verdi la grande danza

Sono gli imPerfect Dancers dei talentuosi Walter Matteini e Ina Broeckx i protagonisti dell'ultimo appuntamento con la rassegna di danza 2017/18 della Fondazione Teatro di Pisa, ideata dal direttore artistico Silvano Patacca insieme con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus: “Empty Floor” viene presentato in prima nazionale sabato 7 aprile, alle 21, al teatro Verdi

PISA. Sono gli imPerfect Dancers dei talentuosi Walter Matteini e Ina Broeckx i protagonisti dell'ultimo appuntamento con la rassegna di danza 2017/18 della Fondazione Teatro di Pisa, ideata dal direttore artistico Silvano Patacca insieme con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus: “Empty Floor” viene presentato in prima nazionale sabato 7 aprile, alle 21, al teatro Verdi.

Italiano lui, di origine belga lei, con molteplici esperienze all'estero, nel 2009 creano la compagnia di evidente vocazione contemporanea e che anzi, fin dalla scelta del nome, definisce nell'imperfezione il proprio individuale percorso. Sotto la loro direzione artistica, l’ensemble ha dimostrato instancabilmente l'evoluzione della propria creatività, espandendo il repertorio e deliziando il pubblico con i suoi spettacoli sensibili e convincenti, fra cui ricordiamo Cigno Nero, Anne Frank, Madama Butterfly’s son, InFaust e Hamlet, proposti come compagnia di danza residente proprio al teatro Verdi dal 2011. Composta da danzatori di altissimo livello tecnico e carisma scenico, imPerfect Dancers Company si è affermata con successo, sia di pubblico che di critica, anche a livello internazionale, nelle recenti tournée in Europa, Stati Uniti, Africa, Sud America, Asia, Canada, Russia, Turchia e Israele.

“Empty Floor” nasce dal desiderio di esplorare l'universo celato e privato di tutte quelle persone che quotidianamente si trovano a far fronte con la malattia dell'Alzheimer. L'intento è quello di sensibilizzare il pubblico su quelle che sono le varie sfaccettature della malattia, affrontando gli aspetti più dolorosi ma anche quelli più ludici, evidenziando la forza e la gioia di vivere che si celano dietro l'imbarazzo per il disagio. Tutto è nato in occasione del Gala Internazionale di Danza a Stoccarda per la raccolta fondi in favore della lotta contro il morbo di Alzheimer, quando fu creato “Istante”. Un'opera profondamente spirituale in cui i ballerini sono anime che si fondono in quei momenti intensi in cui ci si sveglia improvvisamente e profondamente ci si ritrova legati agli altri intorno a sé, quando i loro sentimenti, i loro spiriti sono condivisi. “Istante” mirava a trascinare lo spettatore direttamente in quel mondo, in una meditazione sulla profonda fragilità della vita.

La serata sarà preceduta dall’iniziativa “Libro: che spettacolo!”, promossa dall’Agis nazionale con la presentazione dello spettacolo e del libro “Il terzo tempo” di Lidia Ravera, sabato pomeriggio, alle 18, nel foyer del teatro, in collaborazione con la Libreria Ghibellina di Pisa.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.