Quotidiani locali

Oggi i calendari e domenica si potrà partire Pisa nel girone A

Fra gli avversari c’è la Juve B, come previsto, ma non il Monza Il campionato cadetto resta a 19, aumentano le promozioni?

pisa

La serie B per ora resta a 19 squadre, e stamani la serie C svelerà il calendario: a questo punto, tutto fa pensare che domenica si comincerà a giocare. La lunga estate pazza del calcio italiano ha regalato ieri sera un’altra pietra miliare nella strada verso il nulla, e non è finita perché ora i club “bocciati” potranno fare ricorso.



Ieri pomeriggio, intorno alle 18.30, il Collegio di garanzia dello sport presso il Coni ha dichiarato inammissibili i ricorsi presentati da 6 club che chiedevano di essere ripescato in serie B. Il campionato cadetto resta quindi a 19 squadre. La decisione è stata presa a maggioranza, 3-2 con il dissenso del presidente del collegio, Franco Frattini. Quella del Coni non è la parola definitiva: Novara, Robur Siena, Virtus Entella, Catania, Ternana e Pro Vercelli «potranno, se lo vorranno, ripartire davanti al Tribunale federale della Figc e proporre le stesse contestazioni». A proposito, già oggi sarà discusso quello del Catania...



Ieri pomeriggio a Firenze era in riunione il Consiglio direttivo di Lega Pro, in febbrile attesa della decisione del Collegio di garanzia. Appena è arrivata la sentenza, è stato stabilito di pubblicare stamani, alle 11.30, i calendari.

Sabato scorso, il presidente Gabriele Gravina aveva annunciato che, se la sentenza del Collegio fosse arrivata a inizio settimana, il campionato sarebbe cominciato nel prossimo weekend, tra il 15 e il 16 settembre. Per l’anticipo del sabato non sembrano esserci i tempi necessari, ma probabilmente si proverà a partire domenica con le partite che presenteranno meno difficoltà logistiche per proseguire nei giorni immediatamente successivi con le altre, in modo da poter programmare la seconda giornata domenica 23.



Un mese fa, prima del rinvio, erano stati già progettati i gironi con il trasferimento di Monza e Giana Erminio nel gruppo B (Nord-Est, Umbria e fascia adriatica): nessun cambiamento, quindi il girone A vedrà in campo Albissola, Alessandria, Arezzo, Arzachena, Carrarese, Cuneo, Gozzano, Juventus B, Lucchese, Novara, Olbia, Piacenza, Pisa, Pistoiese, Pontedera, Pro Patria, Pro Piacenza, Pro Vercelli, Robur Siena, Virtus Entella. Poteva andare peggio: Berlusconi sarebbe stato un brutto avversario potenziale.

Secondo il Consiglio Direttivo di Lega Pro, la decisione assunta dal Collegio di Garanzia del Coni e la posizione di Frattini aprono « non pochi interrogativi ai quali si auspica possa arrivare una risposta delle autorità competenti». E lo stesso Direttivo «nel rispetto della competizione sportiva, dei calciatori, delle società sportive e dei tifosi, ha deliberato l’approvazione dei gironi e la presentazione dei calendari, lasciando impregiudicati i diritti delle società ad agire a tutela dei propri interessi e confidando che gli organi della giustizia sportiva ripristinino il rispetto delle regole».

E le promozioni? Ora va giocata un’altra partita politico-sportiva, perché in ogni caso nel 2019-20 la B non potrà restare a 19 ma dovrà tornare a 22 squadre, o almeno a 20. Si profilerebbe quindi quest’anno un aumento delle promozioni dalla C, che passerebbero da quattro a cinque, o addirittura a sette. Il Pisa lo ha già chiesto in modo esplicito, e la richiesta sarà

appoggiata dalla Lega Pro.



Il Pisa si è ritrovato ieri mattina allo stadio per la prima delle due sedute giornaliere di allenamento, replicando poi a San Piero. Stamani la decisione sul programma dei prossimi giorni, in base all’inizio del campionato. —



TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro