Quotidiani locali

dopo il 90’ 

Corrado: «Abbiamo lo spirito per battagliare con tutti»

Il presidente nerazzurro si gode la bellissima prestazione della sua squadra ed esalta i tifosi arrivati a Parma: «Il loro comportamento è stato splendido»

PARMA

Per Giuseppe Corrado vincere a Parma è come aver vinto un derby: «Sono contento per questa vittoria che mi riempie d’orgoglio, la squadra ha finalmente quello spirito giusto per battagliare con tutti. Sono contento anche per lo splendido comportamento dei nostri tifosi che hanno fatto splendide coreografie oltre allo striscione per Matteo Bagnaresi. Ragazzo che conoscevo personalmente».

Sulla partita Corrado è raggiante: «Abbiamo messo in evidenza i nostri giovani e anche stavolta la squadra ha dimostrato di saper sopperire alle difficoltà dovute anche alle mancate partenze di alcuni giocatori. Brignani per me non è una sorpresa e De Vitis, prima di uscire, ha dimostrato ancora una volta di saper fare il centrale. Adesso questa soddisfazione non deve farci dimenticare che l'obiettivo è il campionato, ma siamo comunque contenti di giocare contro il Novara al quarto turno di Coppa Italia».

Le note negative arrivano dal caos dei campionati: «È una situazione assurda. Tutti possono fare la C, giochiamo in ottanta squadre così sono tutti contenti - ironizza Corrado che si schiera contro il ripescaggio dei club esclusi dalla B in serie C. - Se il Cesena riparte dalla D non è giusto che Bari ed Avellino tornino in una C già infarcita di squadre importanti visti i mancati ripescaggi in B».

Il 22 agosto ce l'assemblea

di lega a Roma: «Noi ci saremo come sempre per proporre idee ed ascoltare gli altri, ma ogni anno è la stessa storia. Ci troviamo ad affrontare campionati con club che vanno avanti con fidejussioni false». Lo stadio? «Resto molto fiducioso». —

ANDREA CHIAVACCI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro