Quotidiani locali

Pisa, altri allenatori in corsa per la panchina

Fabio Gallo lascia lo Spezia ed è uno dei profili nella lista del diesse Gemmi In prima fila c’è sempre Caserta (Juve Stabia). Richieste per Lisuzzo

PISA. Dopo aver messo il primo tassello con l’arrivo del nuovo diesse Roberto Gemmi, il Pisa dovrà scegliere il nuovo allenatore. Gemmi ha detto che non ha fretta e non vuole sbagliare il ruolo chiave per costruire una squadra competitiva. Sarebbe importante però non perdere troppo tempo per poter iniziare a scegliere quei giocatori necessari per rilanciare il progetto sportivo. Gemmi incontrerà a breve Fabio Petrone, ma la sua conferma è tutt’altro che scontata. Petrone aveva chiesto un biennale e alcune garanzie dal punto di vista tecnico, ma quando la trattativa sembrava andare in porto ha subìto una fase di stallo. Nulla è compromesso, anche se i candidati iniziano ad essere tanti.

In prima fila c’è sempre Fabio Caserta della Juve Stabia, che attende di capire cosa farà il club campano visto che ha il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno. Gemmi ha lavorato molto bene ad Arezzo con Stefano Sottili, ormai vicino al passo d’addio con la Viterbese, ma il nome caldo degli ultimi giorni è quello di Fabio Gallo che non è stato confermato sulla panchina dello Spezia. Gallo risponde ad un profilo emergente, ma già con un’esperienza in B, è arrivato decimo con i liguri nell’ultimo torneo cadetto ed è un tecnico molto bravo con i giovani. Con lui la Primavera bianconera ha perso solo ai rigori in semifinale alla Viareggio Cup 2016 contro la Juventus. L’unica esperienza in C per Gallo è quella di Como nel 2016-2017 dove, nonostante le difficoltà societarie, ha portato i lariani ai playoff valorizzando il gioco di Davide Di Quinzio che potrebbe ritrovare a Pisa. Ma al momento sono anche altri i profili da valutare, tra questi Leonardo Colucci. Non è detto però che non possa spuntar fuori un outsider.

Il mercato al momento è piuttosto bloccato. Il Pisa ha offerto ad Andrea Lisuzzo un ruolo importante in società. Starà al “Sindaco” scegliere. Lisuzzo però vuole ancora giocare ed ha ricevuto richieste da parte di Pontedera e Pistoiese. I giocatori che erano a Pisa in prestito torneranno a destinazione, compreso Filippini, mentre Verna potrebbe rientrare da Carpi, ma probabilmente sarà ceduto nuovamente a un club di B.

Per quanto riguarda i giocatori sotto contratto nessuno è incedibile e di fronte ad offerte importanti il Pisa può far partire anche big con stipendi alti come Negro e Gucher. Ma al momento le offerte per questi giocatori non sono così allettanti. C’è da sfoltire una rosa di trenta calciatori e cercare gente motivata e di categoria. Tutto

però dipende dalle valutazioni che farà Gemmi con il nuovo allenatore. Intanto la squadra partirà in ritiro per Storo venerdì 13 luglio e il 29 luglio inizierà ufficialmente la stagione con il primo turno di Coppa Italia.

Andrea Chiavacci

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro