Quotidiani locali

Il Pisa pronto a ripartire con Gemmi e Petrone

Giuseppe Corrado oggi inizierà a svelare il futuro: nuovo ds, tecnico confermato Ufficiali le dimissioni di Raffaele Ferrara, si lavora allo scambio Negro-Caturano

PISA. Il Pisa torna a parlare, ma soprattutto inaugura il suo progetto per il 2018-19.

Stamani il presidente Giuseppe Corrado incontrerà la stampa, dopo tre settimane di silenzio assoluto da parte della società. E annuncerà, a quanto è ormai emerso con chiarezza, l’arrivo di Roberto Gemmi come nuovo direttore sportivo e l’accordo per il rinnovo con il tecnico Mario Petrone che, così come Gemmi, sposerebbe in pieno i progetti della società nerazzurra per il rilancio, potendo costruire una squadra “sua” anziché lavorare con le macerie come ha dovuto fare nel finale della passata stagione.

FERRARA. Da ieri intanto è diventato ufficiale il divorzio fra il Pisa Sporting Club e Raffaele Ferrara che, ha annunciato il club «ha rassegnato, in data odierna, le proprie dimissioni. Nell’esprimere il proprio rammarico la società vuole anche ringraziare Raffaele per l’impegno profuso e la professionalità dimostrata in questo intenso periodo di collaborazione per l’avvio del nuovo progetto sportivo Pisa».

«Raffaele Ferrara lascia a noi l’eredità del suo proficuo lavoro – afferma Corrado – che ha permesso alla società di avere oggi in organico calciatori di qualità e giovani talentuosi e di prospetto, oltre ad un settore giovanile di significativo valore su cui costruire un futuro importante e vincente. Auguriamo a Raffaele Ferrara ogni fortuna e tanti successi nel prosieguo della sua carriera».

MERCATO. Anche se il club è chiamato a fare economia rispetto alla passata stagione - e qui sarà importantissimo il ruolo di Gemmi, molto abile nel recente passato a portare ad Arezzo giocatori di grande qualità pur potendo offrire loro contratti non faraonici - la squadra dovrà essere competitiva. E dovrà avere in attacco gente che segna.

Secondo gianlucadimarzio.com, sito di mercato affidabilissimo, Pisa e Lecce stanno lavorando allo scambio Maikol Negro-Salvatore Caturano. «L’operazione, che prevede un conguaglio a favore del Lecce, appare difficile, ma entrambe le società sarebbero intenzionate ad approfondire questa situazione».

A quanto pare infatti il Catanzaro di Auteri non sarebbe intenzionato a offrire soldi per Negro ed anzi vedrebbe con favore l’idea di una compartecipazione al pagamento del suo stipendio. A questo punto, meglio spendere e sperare nel rilancio dello stesso Caturano, classe 1990, che quest’anno è andato male (30 presenze delle quali solo 9 per intero e 8 gol) ma nella stagione precedente, sempre a Lecce, aveva timbrato 17 volte nella porta avversaria. Fisicamente sino giocatori diversissimi: brevilineo e veloce (quest’anno purtroppo no) Negro, 185 centimetri l’altezza di Caturano. Il Lecce, riferisce tuttoc.com, è molto interessato

anche a un altro nerazzurro, ovvero il regista Robert Gucher. Lo stesso portale riferisce di un tentativo del Pisa per Pasquale Maiorino, classe '89, fantasista del Livorno (8 gol quest’anno), in concorrenza con l’Entella e la Ternana, entrambe retrocesse in C.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro