Quotidiani locali

Calcio donne, festa al San Cataldo

Entusiasmo alle stelle per le partecipanti alla manifestazione della Figc

PISA. Bilancio più che positivo per la prima festa provinciale del calcio femminile, svoltasi martedì scorso nella cornice dell’impianto del Porta a Piagge. Le nefaste previsioni meteo non hanno scoraggiato la partecipazione delle bambine (fascia d’età 5-13 anni) militanti nelle società provinciali e l’affluenza del pubblico sugli spalti.

Due campi da gioco, un’ora intensa di partitelle, giochi ed esercizi: sorrisi a go-go, difficile stabilire se si siano divertite di più le ragazzine o gli istruttori Antonio Paganelli (responsabile attività di base Figc Pisa) e Valentina Rosini (delegata Sgs per il calcio a 5 regionale), che hanno curato la parte ludico-sportiva.

Al “fischio finale” premiazione e consegna di un attestato di partecipazione e maglietta-ricordo, con le bambine schierate in riga e chiamate una ad una dal delegato provinciale per il calcio femminile Stefano Landucci.

Al termine dell’evento il presidente provinciale dell’Aiac Maurizio Londi ha premiato le tre squadre femminili provinciali: Pisa, Pontedera e Bellaria Cappuccini. Presente al “San Cataldo” anche il delegato provinciale Figc Franco Marini.

Più che soddisfatto Stefano Landucci: «L’entusiasmo delle bimbe era incontenibile, ci siamo divertiti tutti. Il campo ha retto, l’impianto del Porta a Piagge è una garanzia di successo. C’erano calciatrici provenienti da diverse società della provincia, un segnale positivo».

Il delegato provinciale, poi, dà uno sguardo al futuro del movimento nell’area pisana: «Il calcio femminile è in crescita (dall’inizio dell’anno si è registrato un incremento del 20% nel numero delle tesserate), per la prossima stagione puntiamo a migliorare a livello qualitativo. Speriamo che l’esempio del Pontedera dia slancio ed entusiasmo a tutta la provincia; è importante avere delle strutture e delle squadre femminili per non disperdere un potenziale”. Presenti Paolo Del Ry e Valentina Buttini, conduttori di “Colpo di Tacco” su 50 Canale.

Buttini ha giocato per 22 anni, militando in tutte le categorie dalla D alla A; ora allena la squadra femminile della Carrarese (seconda in classifica alle spalle del super Pontedera). Alcune considerazioni sul movimento del calcio femminile: «L’Italia è ancora indietro rispetto ad altri Paesi, la direzione è quella giusta, ma la strada da percorrere è tanta: per avere risultati dobbiamo aspettare qualche anno».

In chiusura, un commento sulla festa: «Speriamo sia la prima di una lunga serie. La provincia di Pisa è un esempio per la Toscana, ci sono società che stanno lavorando bene, sia a livello di prima squadra

che di settore giovanile. Quando ho visto le bambine entrare in campo mi sono commossa, davvero una gioia incredibile. Lo sport è per tutti e una bambina deve avere le stesse possibilità di giocare a calcio rispetto ad un maschio, senza differenze».

Alessandro Marone

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro