Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pisa calcio
Nuova Arena, Giovanni Corrado risponde al dirigente del Livorno

Pisa Sporting Club

Nuova Arena, Giovanni Corrado risponde al dirigente del Livorno

Pronta replica a Pecini, che ha messo in dubbio la realizzazione del nuovo stadio "nerazzurro"

PISA. Archiviato il 2-2 con il Prato il Pisa inizia a concentrarsi sulla sfida di domenica con l’Arzachena. Ieri la squadra si è ritrovata a San Piero cercando di capire cosa non ha funzionato contro i lanieri, nell’ennesima gara in cui i nerazzurri hanno perso punti contro compagini di bassa classifica. Pazienza ha cambiato tre elementi nell’undici iniziale di domenica scorsa e non è detto che ci sia un nuovo ribaltone in Sardegna.

Nelle ultime due giornate ha fatto clamore la decisione di rinunciare in partenza a capitan Mannini, rimasto a vedere tutta la gara dalla panchina a Pontedera, ma anche il poco spazio concesso a Di Quinzio che nel finale ha dato la scossa giocando in un ruolo non suo.

Dal punto di vista fisico dovranno esser valutate le condizioni dei due centrali difensivi Carillo e Ingrosso. Il primo è uscito in avvio di ripresa, il secondo ha terminato l’incontro ma ha accusato un fastidio muscolare. In preallarme Andrea Lisuzzo e Minel Sabotic e anche l’opzione di un ritorno alla difesa a tre. L’altro dubbio riguarda le condizioni del portiere Lazar Petkovic che sta recuperando ma al momento non è ancora pronto per scendere in campo. Dubbi anche per il reparto offensivo e il centrocampo. Per la gara con l’Arzachena entra in diffida proprio Gianmarco Ingrosso. Ammonizione per l’allenatore dei portieri Claudio Rapacioli, espulso nel derby col Prato per proteste. Sono in diffida anche Birindelli, Lisi e Cagnano.

Pisa, dalle demolizioni ai nuovi spazi: così il progetto di ristrutturazione dell'Arena Ecco, passo dopo passo, i dettagli del progetto per la ristruttuarazione dello stadio del Pisa - L'ARTICOLO


LO STADIO. Oltre al campionato si pensa anche al restyling dell’Arena. I tempi sono stretti e il rinvio a marzo della discussione in consiglio comunale non ha certo fatto piacere al Pisa. Il club e l’amministrazione comunale restano comunque fiduciosi di poter riuscire ad avere quanto prima la stima del bene e avviare l’iter che porti al via dei lavori.

Proprio su questo argomento si è aperto un nuovo derby con il Livorno, visto che nei giorni scorsi il direttore generale amaranto Nicola Pecini in un’intervista al nostro giornale aveva affermato: «A Pisa la vedo dura che realizzino qualcosa di più che di un semplice modellino buono per una scrivania. Mi auguro invece che a Livorno il trend sia diverso. Ne ha bisogno la società, ne hanno bisogno anche tutte le discipline interessate all’interno della Cittadella». La risposta di Giovanni Corrado arriva durante il talk show Finestra sull’Arena: «Sinceramente queste dichiarazioni non le ho sentite direttamente, e fatico a commentarle perché Pecini l’ho conosciuto prima come agente, oggi come dirigente e a quanto pare anche come architetto e uomo di ristrutturazioni. Quando capirò in che veste lo devo affrontare, allora valuterò come replicare a queste uscite».

Giovanni Corrado conferma anche che a breve ci sarà un incontro con gli abitanti del quartiere di Porta a Lucca al Ctp 6: «Fin dal primo giorno c’è la volontà di coinvolgere tutta la città. Mio padre, con tutte le persone inerenti al progetto incontrerà i cittadini per avere i feedback e ascoltare le posizioni degli abitanti di quella zona». Intanto domani sera alle 21 il presidente Giuseppe Corrado sarà presente a un’assemblea pubblica, sempre per parlare dell’Arena del futuro, indetta dalla lista civica “La nostra Pisa” al disco pub La Paperina, in largo Arieti a due passi dalla vecchia sede del Pisa calcio ai tempi della presidenza di Maurizio Mian.


 

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro