Quotidiani locali

le pagelle giallazzurrE 

Moschin, un errore senza precedenti

Malissimo tutta la difesa, solo in tre arrivano alla sufficienza

3 MOSCHIN

Un’ingenuità incredibile. Mai avevamo visto la Carrarese prendere un gol del genere. Tutto accade nel finale di gara: il portiere azzurro, fin lì autore di una buona partita, al momento del rinvio probabilmente non si rende conto che la palla è in gioco, oppure sottovaluta la presenza di Eusepi. L’attaccante del Pisa capisce tutto e scatta verso il pallone, beffa Moschin incredulo, e deposita facile facile in rete per il momentaneo 2-2. Un errore grosso come un macigno che fa sprofondare la squadra nel caos. Non a caso passano tre minuti e la Carrarese si fa fregare nuovamente col 2-3 firmato Masucci. Buttare via partite del genere, per giunta di fronte ad uno stadio dei Marmi gremito con 3000 spettatori, è inammissibile. Lo shock sicuramente sarà pesante. La squadra dovrà fare un profondo esame di coscienza, capire cosa non va e rimediare in fretta nei vari reparti, anche a costo di scelte dolorose, perché certi suicidi non si ripetano.

5 TENTONI

E’ il meno peggio del pacchetto arretrato, pur non essendo un difensore di ruolo, e già questo dovrebbe essere un segnale dall’allarme. Accompagna buone cose ad errori di posizione.

4 CASON

Non ne azzecca praticamente una. Cade sempre. Va sulla palla scoordinato, sbaglia concettualmente troppi interventi. In difesa si vive sempre uno psicodramma. E’ giunto il momento di cambiare qualcosa. Da questa beffa atroce contro il Pisa la stagione della Carrarese svolterà in un senso o nell’altro. Gli azzurri ora sono al tappeto e devono rialzarsi subito: se la squadra reagisce, c’è modo di rimediare a tutto, altrimenti sarà sempre più dura.

SV BENEDETTI

Sfortunatissimo, esce dopo tre minuti per un infortunio alla spalla sinistra.

4,5 CAZÈ

Sostituisce Benedetti, ma non dà la necessaria sicurezza al reparto. Non convince a pieno. Peccato: è arrivato a Carrara con grandi aspettative, ma finora è il fantasma del difensore dell’anno scorso.

4,5 POSSENTI

Ci mette il fisico, ma con la palla tra i piedi spesso non sa cosa fare. Fatica troppo nei disimpegni. Come per Cason, sembra che giochi con la palla medica. Probabilmente tutti i difensori azzurri in questo momento hanno perso autostima e tutto diventa più difficile, anche le cose più banali.

6 CARDOSELLI

Cerca di farsi valere contro il centrocampo del Pisa, non sempre ci riesce, ma almeno finché lui è in campo la squadra non ha ancora fatto harakiri.

5 ROSAIA

Non dà la scossa in mediana che ci si aspettava. L’impegno non manca mai e neanche la corsa, ma ogni volta il centrocampo azzurro soffre davvero troppo.

5 AGYEI

Recupera un’infinità di palloni. Lì in mezzo corre per due, ma il crollo nella fase finale permette al Pisa di spingersi in massa alla ricerca della vittoria.

5 VASSALLO

Qualche buon recupero, ma crea troppo poco in avanti. A volte non ottimizza palle potenzialmente importanti.

4,5 CORALLI

Non è in forma e si vede subito. Si procura intelligentemente il rigore, ma poi sciupa tutto sparando altissimo. Al 45’ ha una palla d’oro, ma ci arriva scoordinato e spedisce in curva. Vince pochi duelli, sbaglia spesso l’appoggio per i compagni. E’ in riserva.

6 BIASCI

Segna un gol strepitoso. Contropiede inarrestabile di 40 metri e rasoterra imparabile, poi la squadra non lo mette in condizione di ripetersi.

6
TAVANO

Segna il gol che ha illuso la Carrarese: quello del 2-0, sfruttando una respinta corta di Petkovic. E’ incredibile: come a Lucca, la squadra è riuscita a buttare alle ortiche un vantaggio importante e perdere una partita già vinta.

Luca Santoni

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista