Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pisa calcio
Il trofeo Sestilio Paletti va al Carpi

Pisa Sporting Club

calcio d'estate

Il trofeo Sestilio Paletti va al Carpi

Fatale al Pisa una distrazione su un calcio d'angolo nello scontro diretto con gli emiliani

PISA. Nerazzurri al secondo posto nel trofeo Sestilio Paletti all’Arena, un triangolare con il Carpi e con la squadra dilettantistica dei curdi tedeschi del Roj Dortmund, simpatici e applauditi dal pubblico pisano. Il Carpi prima ha sommerso di gol il Roj, poi ha battuto di misura il Pisa grazie a un regalo della difesa nerazzurra.
Il torneo (tre gare di 45’) si è disputato in effetti davanti a pochi intimi, almeno per i parametri di Pisa: il prezzo dei biglietti quasi da campionato e la concorrenza delle prime partite di serie A hanno dissuaso molti dal partecipare. Il torneo comunque è stato utile anche per raccogliere fondi per il progetto Insieme per Christian, destinato ad aiutare un piccolo tifoso malato.


CARPI-ROJ DORTMUND 6-0. Senza storia il primo incontro: una doppietta di Malcore al 4’ e al 28’ , un rigore di De Marchi al 35’ e poi Nzola al 37’, Romano al 40’ e Hraiech al 42’ hanno fermato il tabellino sul 6-0, e il portiere Saleh è stato bravo a limitare il passivo. Deplorevole il comportamento dei centrocampisti tedeschi che non hanno mai dato una mano ai difensori nemmeno nella propria area di rigore.


PISA-CARPI 0-1. Il Roj Dortmund, arrivato a Pisa senza riserve, era fisicamente spossato e così il programma è stato cambiato in corsa: ecco allora subito Pisa-Carpi diretta dal signor Garnieri. Il 4-3-3 iniziale del Pisa vedeva Mannini, Ingrosso, Lisuzzo e Longhi davanti a Petkovic; Zammarini, Maltese e Di Quinzio in mediana; e un tridente d’attacco con Peralta, Masucci e Negro. 3-5-2 il modulo degli emiliani, con il freschissimo ex Verna interno destro di centrocampo. Carpi in vantaggio al 7’: corner di Jelenic da sinistra e palla che ballava rasoterra in area piccola, pasticciaccio dei difensori con un tocco fortuito e palla in rete sul secondo palo. Risposta pisana a stretto giro di posta con Zammarini: Colombi sventava in tuffo. Tutt’altro che amichevole lo spirito del Carpi: contrasti robusti e falli netti. Longhi costretto a lasciare il campo dopo 34’ (problema alla coscia destra, sostituito da Favale). Pisa sempre in pressione ma mai realmente pericoloso: inevitabile la sconfitta.

leggi anche:


PISA-ROJ 5-0 .La sfida fra il Pisa e i tedeschi , aribtrata da Cirpiani, ha così chiuso la serata, col trofeo già assegnato al Carpi. Gautieri ha cambiato praticamente tutti (è rimasto in campo solo Favale) facendo esordire anche Giannone; ha sbloccato il risultato Cernigoi al 4’ dopo una combinazione con Cuppone, raddoppiando al 13’. Al 18’ Cuppone si è procurato il rigore del 3-0 trasformatro da Izzillo. La partita comunque è stata un tiro al bersaglio. Una mischia fantozziana in area piccola del Roj al 25’ è stata l’evento più significativo del match; al 40’ anche Izzillo ha timbrato la sua doppietta, e proprio allo scadere il giovane Nacci con un bel diagonale da sinistra ha chiuso i conti.

 

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie