Quotidiani locali

Pallavolo, il Vbc Calci giocherà in serie B 

Il presidente Parenti annuncia anche l’arrivo del direttore sportivo e allenatore Berti, oltre al rilancio del settore femminile

CALCI. Dopo il successo ottenuto dal Vbc Calci in serie D, con la vittoria della squadra allenata da Alessandro Fiumalbi in regular season e la “delusione” avuta dalla prima squadra uscita sconfitta in finale contro la Turris, Giovanni Parenti, neo presidente del Vbc Calci, preme il piede sull’acceleratore e conferma i programmi per la stagione 2017/2018: «Nel settore maschile, per la prossima stagione disputeremo il campionato di B nazionale, acquisendo comunque la serie ed il campionato di serie C; in questa categoria faremo crescere i nostri ragazzi, aspetto fondamentale per poter continuare nel progetto di ristrutturazione e sviluppo del settore giovanile, che nel corso dei prossimi anni ci auguriamo possa portarci a lottare per traguardi mai raggiunti prima dalle squadre calcesane. Per il settore femminile, da poco riunificato al maschile, sono in corso frenetiche - spiega ancora - attività di rilancio: abbiamo intenzione, nella prossima stagione, di partecipare al campionato di serie C e stiamo cercando una Prima divisione per garantire alle giovani atlete di avere le prospettive di crescita necessarie a creare entusiasmo nell’ambiente».

L’inserimento in società di Luca Berti è una garanzia della bontà del progetto. Berti è infatti un punto di riferimento per la pallavolo toscana e nazionale, vanta esperienze significative quali Lupi Santa Croce, Trento e Perugia per il maschile e, recentemente, è stato allenatore alla Savino del Bene in A1 femminile.

«Rappresenta un enorme salto di qualità per il club pisano - dice Parenti. - Entra con l’obiettivo di allenare la prima squadra maschile nel difficile campionato di B insieme al più giovane Nicola Bani; sarà anche direttore Sportivo, con il compito di coordinare l’attività di tutto il settore giovanile, ponendo le basi per il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi condivisi con i main sponsor Peimar ed Entomox».

Per il rilancio della pallavolo pisana e del settore giovanile, continua Parenti, «sarà fondamentale il contributo di tutte le aziende del territorio e a queste lanciamo l’appello di sostenerci in questa entusiasmante avventura, un progetto che speriamo possa portare le squadre calcesane ai massimi livelli della pallavolo nazionale. Questa è una fase frenetica in cui, insieme a Luca, stiamo cercando di pianificare e studiare l’organizzazione del prossimo anno e la composizione delle squadre. Stiamo selezionando gli atleti da aggregare alla prima squadra maschile per cercare di affrontare al meglio le sfide che il campionato di serie B ci riserverà, e stiamo identificando le atlete per avere una prima squadra femminile competitiva e trainante per l’intero comparto».

In termini organizzativi il tassello portante è la scelta degli allenatori sia del maschile sia del femminile, «task su cui stiamo lavorando da settimane sebbene il quadro non sia ancora completo».

Per quanto concerne il settore giovanile, infine, «vorremmo cercare di replicare quanto eravamo riusciti a fare, in modo sorprendente, lo scorso anno, grazie alla collaborazione con il Migliarino, cioè mandare i nostri ragazzi U15 a giocare le finali nazionali di Agropoli. Stiamo cercando di rendere sempre più competitive le nostre squadre giovanili e nel corso delle prossime settimane, organizzeremo allenamenti di prova per tutti i ragazzi e le ragazze che vorranno provare a condividere con noi questo progetto e vivere un allenamento con Luca Berti. Stiamo inoltre lavorando tenacemente alla identificazione e definizione di potenziali collaborazioni con altre associazioni sportive del territorio. Credo fermamente che le collaborazioni, se serie e basate su fondamenta solide, possano permettere alla pallavolo pisana di riscattarsi nei
confronti di altre realtà regionali; anche quest’anno abbiamo assistito ad un predominio di Firenze nel settore femminile (U18, U16, U13) e Prato/Pistoia nel maschile (U14, U16, U18), vorremmo dare anche a Pisa voce in capitolo».

Davide Ribechini

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

SPEDIZIONI FREE

Stampare un libro, ecco come risparmiare