Menu

Pisa, acquisto numero dieci: Mandorlini

L’esterno arriva dal Brescia. Ancora movimenti in attacco, trattative per Misuraca (Parma) e Stanco (Modena)

PISA. Decimo acquisto in casa nerazzurra e secondo figlio d’arte alla corte di Braglia. Nel secondo giorno di ritiro a Fiumalbo, in tarda serata, è arrivato Matteo Mandorlini, figlio di Andrea, ex giocatore dell’Inter dei record targata Giovanni Trapattoni prima e ora allenatore del Verona. Nato a Como il 22 ottobre 1988, arriva all’ombra della Torre a titolo definitivo: ha disputato la scorsa stagione in serie B con il Brescia raccogliendo venti presenze. Calcisticamente è cresciuto nelle giovanili del Parma, quindi l’esordio in serie A con i ducali nella gara persa all’Olimpico di Roma contro la Lazio il 14 maggio 2006 a neanche diciotto anni.

I piani di Braglia. Nei piani di Braglia, Mandorlini dovrebbe essere l’esterno destro (con Pellegrini alternativa). Ma l’ex bresciano è un vero jolly: ha giocato anche come difensore centrale, oltre che come terzino in una retroguardia a quattro. Il giocatore lombardo ha militato nelle fila del Pavia in serie C2, poi al Foligno e al Viareggio. La stagione successiva passa al Piacenza che retrocede in Lega Pro. Dal Piacenza torna al Brescia, che questa volta lo gira in prestito allo Spezia: solo 14 le presenze con la maglia dei liguri fino a gennaio. Mandorlini nel mercato di riparazione passa alla corte di Camilli a Grosseto, ma non evita la retrocessione dei torelli maremmani. Il resto è storia recente, con le venti presenze e il campionato di serie B a Brescia.

Altre mosse. Intanto continuano le trattative per altri giocatori, primo tra tutti il difensore centrale Romano Perticone, negli ultimi due anni a Novara. Sfuma invece un presunto obiettivo dopo Mbakogu, Baldanzeddu, Fazzi: Gianluca Lapadula si accasa al Teramo. Trattative in corso per portare in nerazzurro anche il centrocampista Leonardo Capezzi, capitano della Primavera della Fiorentina, che arriverebbe nelle prossime ore se salta l’accordo con il Palermo per l’esterno, classe 1994, Giulio Sanseverino. Il primo arriverebbe in prestito, il secondo a titolo definitivo.

L’attacco. Il dg Pino Vitale sta lavorando anche per l’attacco e le prossime ore potranno essere decisive per far approdare in nerazzurro l’attaccante di proprietà del Parma, Gianvito Misuraca. Classe 1990, è reduce da un’esperienza nel campionato sloveno con il Nova Gorica. Sul ragazzo c’è la concorrenza di Frosinone e Pro Vercelli. Misuraca è palermitano, ha fatto tutta la trafila del settore giovanile della Tieffe Parmonval, società dilettantistica di Palermo, dai Pulcini agli Allievi, per poi passare al Palermo, dove dopo un anno di Allievi Nazionali e due di Primavera vince lo scudetto nella stagione 2008-2009. La sua prima esperienza tra i professionisti a Vicenza, dove rimane dal 2009 al gennaio 2012, prima di passare in prestito al Grosseto. A giugno torna a Vicenza, ma gioca poco: 9 presenze, un gol. Lo acquista il Parma che lo gira al Gorica. In Slovenia 30 presenze e 8 gol. Per l’attacco ci sono stati anche contatti con

il Modena per Francesco Stanco, 27 anni, centravanti molto alto in cerca di continuità: 5 gol nelle ultime due stagioni di B.

Intanto su 50 Canale, stasera e domani (sempre alle 23) andrà in onda il “Diario Nerazzurro”, con uno speciale sul Pisa in ritiro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro