Menu

Delmas Obou supera se stesso: 10”27

Il velocista cussino campione italiano Under 23 dei 100 metri piani. Podio per Lanciano (triplo) e Paniz (100 hs)

PISA. Titolo italiano promesse e record personale ulteriormente migliorato per Delmas Obou.

L’ascesa del gioiello del CUS Pisa Atletica Cascina Delmas Obou, ora in forza alle Fiamme Gialle, procede inarrestabile quest’anno. Dopo l’esordio stagionale con record personale a 10”35 in una gara di alto contenuto tecnico, Delmas ha conquistato a Rieti, con 10”27, il titolo italiano promesse (cioè under 23) nei 100 metri precedendo l’altro esponente delle Fiamme Gialle Francesco Basciani, giunto secondo in 10”32.

Delmas è giunto in finale correndo dapprima la batteria in un agile 10”63 e poi giungendo alle spalle di Basciani in semifinale con 10”49.

Ma la finale è stata un’altra storia. Delmas è scattato subito in testa dai blocchi ed è andato via in progressione grazie ad un’azione di corsa miglioratissima che gli ha permesso di controllare la sua enorme potenza, segno che gli insegnamenti del suo allenatore, il prof. Carlo Bastianini, cominciano a dare i loro frutti. Ottima inoltre la rirpesa della condizione fisica dopo un’intensa riabilitazione alla Fisiokinetic di Ghezzano.

Per Delmas ora c’è da attendersi non solo conferme da parte sua ma anche da parte della Federazione che non può non tenerne di conto per la formazione della staffetta 4x100 per i prossimi Campionati del Mondo in programma a Mosca nel prossimo agosto.

Ma i campionati reatini sono stati di grande soddisfazione anche per altri atleti gialloblù. Laura Bottini ha vinto i 5000 metri promesse col tempo di 17’04”24 staccando di quattro secondi la seconda arrivata, Jessica Pulina, e confermando la bontà della squadra femminile del sodalizio pisano, attesa ad una grande prestazione di gruppo nelle fasi finali dei Campionati di Società.

Al risultato di squadra si aggiunge anche il secondo posto nella categoria juniores della triplista Francesca Lanciano, fidanzata dell’altro grande triplista azzurro Daniele Greco, che è atterrata a 13.28 nella gara vinta da Ottavia Cestonaro col nuovo primato italiano a 13.69.

Sempre fra le junior, ottimo bronzo della ostacolista Maria Paniz, giunta al traguardo dei 100hs in 14”27, precedendo l’altra esponente del CUS Pisa Atletica Cascina, la figlia d’arte Silvia Zerbini (il papà è stato pesista da 20.54 e discobolo da 64.26), quinta in 14”54. Bronzo anche per la siepista promesse Camille Marchese, terza al traguardo in 10’55”04 e presente anche nella finale degli 800 dove si è distinta al sesto posto l’altra cussina Federica Soldani in 2’15”65. Fra i finalisti c’è da segnalare anche il quarto posto dell’ostacolista Luca Giangravé che ha chiuso ai piedi del podio la gara dei 400hs con il tempo di 52”24.

Anna Bongiorni, che si distinta nei 100 metri promesse: terza in 11”86, stesso tempo corso in batteria, dietro l’altro astro nascente dell’atletica italiana, la veronese di origini ghanesi, pur essendo nata in Italia, Gloria Hooper.

Franco Pizzi

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro