Menu

Una tegola dietro l'altra: Carparelli ko

L'attaccante e capitano nerazzurro si rompe il menisco, rischia un mese di stop

 PISA. Più che di un po' di fortuna, il Pisa sembra aver bisogno di uno sciamano. Siccome è noto che (citiamo la principale Legge di Murphy) «tutto quello che può andare storto andrà storto», un'altra bruttissima tegola si è abbattuta sui nerazzurri.  Il capitano e bomber nerazzurro Marco Carparelli si è rotto un menisco: si teme un mese di stop, forse già martedì potrebbe esserci l'intervento. La sua assenza si aggiunge a quelle di Raimondi e Sodano (il forfait di Esposito a questo punto evitiamo di segnarlo quotidianamente o settimanalmente), agli acciacchi di Favasuli, Buscaroli e Perna - gli ultimi due ancora in dubbio per Lumezzane - e alla squalifica per un turno di Ton. Nessuno, crediamo, si offenderà se rimarchiamo che Carparelli in questa rosa non è assolutamnente surrogabile per ruolo, carisma, tecnica e personalità. Pagliari a Lumezzane dovrà inventarsi mezza squadra: in attacco, se Perna non ce la farà, dovremmo vedere la coppia Perez-Strizzolo salvo che uno fra Gatto e Nicastro sia reinventato punta pura. Altrimenti bisognerebbe cambiare modulo, ma questo è più difficile.  Mercato. Il Pisa tornerà subito sul mercato degli svincolati? Tutto è possibile. La dirigenza si muove, ma con molti punti interrogativi visto che vanno prima definite le strategie societarie. La pista seguita dal Pisa è quella abbandonata alla fine del mercato di agosto, che porta a Mattia Graffiedi, 31 anni. Nella passata stagione è stato fuori a lungo per infortunio, ma a Piacenza ha totalizzato 7 reti. Nel suo passato anche Siena in A; Ancona, Napoli, Fiorentina, Modena e Grosseto in B.  La squadra e gli Under di Lega. Molte facce note del panorama calcistico nazionale ieri tra gli spettatori del secondo e ultimo test match in terra pisana della rappresentativa della Lega Pro, con i selezionatori Giorgio Veneri e Carlo Ripari.  In tribuna a seguire uno spezzone di partita anche Dino Pagliari assieme alla squadra, radunatasi all'Arena in contemporanea con l'inizio del test match per dirigersi dallo stadio di casa al campo di Calci (scelto in extremis: Camp Darby indisponibile) per l'allenamento di ieri. Seduta protrattasi per circa due ore durante la quale mister Pagliari ha studiato tutte possibili soluzioni in vista del match di domenica prossima a Lumezzane. Nessun test match contro la Berretti questa settimana e punto della situazione relativamente alla lunga lista degli infortunati.  Torniamo agli Under 20 di Lega Pro: dopo le ottime prove di Berardocco e Benvenga schierati mercoledì, è toccato ieri a Giovanni Scampini tenere alto il nome del Pisa 1909. Il centrocampista è sceso in campo dall'inizio con la formazione dei Verdi, numero dieci sulle spalle e fascia di capitano al braccio. Un onore, quello di vestire la fascia di capitano della Rappresentativa toccato il giorno precedente anche a Benvenga. L'arbitro era Matteo Trapani di Pisa (guardalinee Aiuto e Miano).  Verso Lumezzane. In trano, si arriva a Brescia e poi ci sono i pullman
(frequenti). In auto Lumezzane dista circa 300 km da Pisa ed è raggiungibile prendendo la A21 e uscendo a Brescia Centro. Ecco i numeri utili per i pullman. Radioscalino: Ciabatti 335 6470623. Club Autonomo 340 2458570. Centro di Coordinamento e Pisa Point 339 3109733 oppure presso il Pisa Point.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro