Quotidiani locali

Vai alla pagina su Basta violenza sulle donne
Tenta di strangolare l’ex compagna e minaccia di ucciderla con la pistola

Tenta di strangolare l’ex compagna e minaccia di ucciderla con la pistola

Marina di Pisa: la lite in strada, vicino al porto. L’uomo è scappato urlando di volersi suicidare. Dopo ore si presenta in caserma: denunciato

PISA. Non voleva accettare la fine della loro storia d’amore. Così – dopo aver raggiunto l’ex compagna in strada, per poi litigarci – l’ha rincorsa e ha tentato di strangolarla, minacciando di spararle con una pistola. «Ora ti ammazzo, ti sparo», avrebbe detto l’uomo, svegliando tutto il vicinato. Poi è scappato, buttando l’arma in un cespuglio per «andarsi a suicidare», ha rivelato la donna prima ai volontari del 118 arrivati per soccorrerla, poi ai carabinieri intervenuti per capire che cosa stesse accadendo, in modo da avviare le indagini.

Notte di terrore nella zona del porto di Marina di Pisa, dove verso le 2 di mercoledì 12 settembre una donna italiana di circa 30 anni è dovuta scappare in un garage privato per sfuggire alla follia del suo ex, di oltre 40. I due sono residenti in due diversi comuni della provincia. La trentenne è stata trasportata al pronto soccorso di Cisanello, dove i medici come da prassi hanno attivato le procedure per il codice rosa, il protocollo introdotto dalla Regione per proteggere le donne vittime di violenza. Mentre l’uomo, anch’egli italiano, ricercato per tutta la notte dai militari e dalle volanti della polizia di Stato, alle 5 di mattina si è presentato spontaneamente al comando provinciale dei carabinieri della città, in via Guido da Pisa.

Secondo una prima ricostruzione la coppia si era da poco lasciata, nonostante il compagno non avesse mai accettato la fine della relazione, al punto da pensare all’omicidio. La pistola utilizzata per minacciare di fare fuoco – una vecchia Bernardelli con la matricola ben visibile – è stata ritrovata dai militari nello stesso cespuglio dove la donna aveva detto che l’uomo l’aveva gettata, nel tentativo di nasconderla, nella vegetazione a poca distanza dal luogo dell’aggressione.

Sia lui che lei, a Marina, erano arrivati con le rispettive auto. È del tutto casuale, si ipotizza, che l’episodio sia accaduto proprio sul litorale, visto che i due abitano

a diversi chilometri di distanza, in due diversi centri della provincia di Pisa. Non è escluso, però, che l’ex fidanzato abbia fatto in modo di incontrarla lì, per poi litigare. L’uomo, dopo essersi presentato al comando provinciale dei carabinieri, è stato subito identificato e denunciato.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro