Quotidiani locali

 

Pensionato vivo grazie a una cagnolina. «Ha abbaiato e Antonino era già con noi»

La storia di Morgana, il pastore tedesco che salva le persone in difficoltà. Il volontario Nicola Marianelli, operaio di Cascina, racconta le ricerche dell’ex poliziotto: «Dopo mi sono messo a piangere»

SAN GIULIANO (PISA). «Appena Morgana si è messa ad abbaiare ho guardato il mio amico negli occhi: Antonino era vivo. Poi dalla tensione siamo scoppiati a piangere. Sono orgoglioso della mia cagnolina: ci alleniamo tre volte alla settimana per passione, visto che facciamo volontariato, senza guadagnare un euro. Al massimo una “bisteccata” ogni tanto. Questi momenti ti ripagano di ogni sacrificio».

È ancora emozionato Nicola Marianelli, 48 anni, operaio metalmeccanico di Cascina e volontario della Pubblica assistenza di Crespina che alle 6.30 di ieri mattina, insieme al suo inseparabile pastore tedesco, ha ritrovato vivo Antonino Carnevale. Il pensionato di Arena Metato – agente della polizia penitenziaria in pensione – si era allontanato da casa giovedì sera, svanendo nel nulla. L’ultimo ad averlo visto – come anticipato dal Tirreno – il marito dell’ex moglie Caterina Tevdoradze, che in quel momento stava cenando con lui nella sua casa di via delle Catene. «Vado a prendere il vino in macchina, arrivo subito», ha detto verso le 20.45, uscendo fuori. Poi si è messo a camminare in strada ed è sparito.

Antonino Carnevale
Antonino Carnevale

Marianelli e la sua cagnolina lo hanno ritrovato in un fossato a 300 metri di distanza. Era caduto fra la folta vegetazione. Per questo, nemmeno dall’elicottero dei vigili del fuoco, l’avevano visto. «Morgana è un animale da scovo e segnala la presenza di ogni essere umano nelle vicinanze – sostiene il 48enne cascinese, nato a Pisa – ma appena ha abbaiato, ho subito capito che lì c’era Antonino. A differenza dei cani molecolari, Morgana non cerca le persone attraverso i loro odori. Semplicemente le cerca tutte. E ha fatto centro».

Caterina, l'ex moglie di Carnevale
Caterina, l'ex moglie di Carnevale


Il volontario, in quel momento, era a una trentina di metri di distanza. «Era il primo giro della mattinata, visto che eravamo arrivati ad Arena Metato per le 6 – racconta l’operaio, che lavora in una ditta di Piana di Noce, a Vicopisano – ma venerdì pomeriggio avevamo effettuato altre perlustrazioni. Sono stato in zona dalle 19.45 alle 23.30, quando hanno sospeso le ricerche». Al rumore di Morgana, Marianelli le è corso incontro, scorgendo il pensionato in difficoltà. Poi ha avvertito i vigili del fuoco, che hanno chiamato il 118, premiando il suo cane di quattro anni, con lui dai primi 60 giorni di vita.

«Per lei è stato solo un gioco, per noi una persona salvata – confida il volontario – e per ricompensarla le ho subito dato due manicotti di juta. Le piacciono tanto, sono i suoi preferiti. Morgana in verità non è mia, ma di mio figlio di 12 anni. Gliel’ho regalata per la promozione alle elementari. Dovreste vedere come giocano insieme, sono inseparabili. In casa io non esisto: è sua. Fuori invece sta con me. È al suo primo salvataggio, ma speriamo che sia l’ultimo perché cercare le persone scomparse è terribile. Voglio ringraziare il Nucleo cinofili della Misericordia di Crespina e l’istruttore di Morgana, Matteo Carrai di Castiglioncello, che rende tutto questo possibile».


 

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Premio ilmioesordio, invia il tuo libro