Quotidiani locali

Vai alla pagina su Pisa calcio
Cuore e testa: il Pisa c'è e va avanti

Pisa Sporting Club

Cuore e testa: il Pisa c'è e va avanti

Coppa Italia: sconfitta la Cremonese ai rigori in una prova avvincente

CREMONA. Un Pisa indomabile vince ai rigori in casa della Cremonese e passa al terzo turno di Coppa Italia. Protagonista della serata il portiere Campani , in alcuni frangenti davvero strepitoso. In gol Zammarini, Masucci e Cuppone che ai supplementari aveva riportato avanti il Pisa prima del definitivo 3-3 di Castagnetti al 120'. Ai rigori il Pisa non sbaglia e Campani si esalta ancora su Brighenti. Decisivo l'errore di Boultam.

Il Pisa mostra un carattere mai visto nella passata stagione. Una grande gioia che vale il terzo turno in casa del Parma di domenica prossima. D’Angelo conferma nove undicesimi della formazione che ha battuto la Triestina ai rigori. Le novità sono Meroni al posto del giovanissimo Bechini nella difesa a tre e Cernigoi al fianco di Moscardelli in attacco, con Masucci che parte dalla panchina. Non parte titolare neppure il nuovo portiere Gori, arrivato soltanto venerdì scorso, quindi spazio di nuovo a Campani.

Il Pisa parte forte e va in vantaggio al 3’ con Zammarini, pronto a battere a rete con un destro potente sul primo palo dopo un’incertezza della difesa grigiorossa su un tiro da fuori di Lisi. I nerazzurri insistono e al 9’ Dos Santos deve anticipare Lisi a pochi passi dalla porta su un cross basso del solito Zammarini. I ritmi sono alti con la Cremonese che reagisce conquistando un rigore al quarto d’ora per un fallo di Birindelli sull’ottimo Castrovilli. Montalto calcia di potenza alla sinistra di Campani che indovina l’angolo ma non può farci nulla il pari mette le ali ai grigiorossi che due minuti più tardi colgono un palo con Croce. La Cremonese passa al 24’ grazie ad un bella intuizione di Croce che recupera palla sulla trequarti, entra in area e serve Castrovilli che arriva a tutta velocità da sinistra controlla la sfera e batte a rete sul secondo palo con la difesa nerazzurra piuttosto sorpresa. Il Pisa accusa il colpo e si fa rivedere solo al 39’ con una bella azione sulla destra: Zammarini serve Birindelli, il terzino va sul fondo e crossa per Moscardelli che di testa alza di poco la mira. Il Pisa chiude in crescendo con Lisi dal limite che impegna Radunovic ad una non facile parata in due tempi, con Izzillo che per un soffio viene anticipato dal portiere grigiorosso. Nella ripresa Campani salva due volte il Pisa in avvio: prima su Arini da distanza ravvicinata, poi alzando in angolo un colpo di testa di Dos Santos su corner di Castrovilli da destra. D’Angelo toglie Cernigoi per Masucci, a cui bastano sette minuti per trovare il pareggio. Al 22’ Lisi dopo un’azione caparbia entra in area avversaria ma perde palla, poi vince un rimpallo su Kresic e in qualche modo serve proprio Masucci che da zero metri non può fallire. Nel giro di pochi minuti il Pisa perde Birindelli e Meroni per crampi, dentro Bechini e Nacci, con Gucher che va a fare il centrale in una difesa in condizioni sempre più precarie. La Cremonese intensifica gli sforzi e schiaccia il Pisa, anche perché i nerazzurri restano in 10 per qualche minuto a causa di un infortunio a De Vitis. Campani è di nuovo strepitoso sul diagonale del nuovo entrato Brighenti e soprattutto quando devia in maniera spettacolare un colpo di testa di Strefezza sulla traversa durante i sei minuti di recupero. Il Pisa tiene il 2-2, si va ai supplementari. La Cremonese riparte all’attacco, ma il Pisa va vicino al bersaglio grosso in contropiede. Bel lancio di Moscardelli per Lisi che aggancia in area e lascia partire un tiro cross che attraversa tutto lo specchio della porta, senza trovare la deviazione di un compagno. Al 9’ del primo tempo supplementare strepitosa uscita di Campani che anticipa la conclusione dell’ex Leandro Greco, appena entrato, lanciato a rete da Castagnetti. Quando meno te lo aspetti il Pisa passa in vantaggio nel recupero del primo tempo: lancio lungo di Campani, Kresic tocca di testa favorendo la volata del nuovo entrato Cuppone che batte Radunovic con uno splendido pallonetto e corre ad esultare sotto la curva dei tifosi nerazzurri. Le emozioni non sono finite: Brighenti supera Campani ma stavolta è Zammarini a salvare sulla linea con una rovesciata. Il secondo over time inizia con la seconda espulsione consecutiva di mister D’Angelo che protesta troppo. La Cremonese attacca a pieno organico ma il Pisa in contropiede fa paura: Moscardelli serve di tacco Cuppone che salta in velocità due avversari e mette al centro, con Kresic, in grande difficoltà, che sfiora l’autorete. La Cremonese ci prova anche da lontano con Castagnetti, ma Campani riesce ancora a respingere e poi Zammarini libera l’area. Il pari arriva all’ultimo minuto: Sull’ennesima mischia da calcio d’angolo irrompe Castegnetti che manda la partita ai rigori. I nerazzurri non sbagliano, i grigiorossi sì. Il Pisa va ancora avanti.

CREMONESE-PISA 5-7( dopo i calci di rigore)

CREMONESE (4-3-3): Radunovic; Mogos, Claiton, Kresic, Migliore: Arini ( 6’ pts Boultam) , Castagnetti, Croce ( 6’ pts Greco); Carretta, Montalto ( 33’ st Brighenti), Castrovilli ( 21’ st Strefezza). A disp. Ravaglia, Volpe, Picchi, Marconi, Del Fabro, Renzetti. All.: Mandorlini

PISA (3-5-2): Campani; Birindelli ( 28’ st Bechini), De Vitis, Meroni ( 35’ st Nacci); Zammarini, Izzillo ( 5’ pts Cuppone), Gucher, Di Quinzio, Lisi; Moscardelli, Cernigoi ( 14’ st Masucci). A disp. Gori, Cardelli, Balduini, Giani. All. D'Angelo

Arbitro: Maggioni di Lecco ( Formato di Benevento- Schirru di Nichelino). Reti: pt 3’ Zammarini, 16’ Montalto su rigore, 24’ Castrovilli; st

22’ Masucci; 15’ pts Cuppone, 15’ sts Castagnetti.

Note. Serata calda, campo in buone condizioni. Spettatori circa 4.601 per un incasso di 23.073,56 euro. Da Pisa presenti oltre 350 tifosi. Espulso l’allenatore del Pisa Luca D’Angelo per proteste. Ammoniti: Birindelli, Moscardelli.

I COMMENTI DEI LETTORI

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro