Quotidiani locali

l’iniziativa 

Borse di studio agli studenti stranieri nel nome di don Tullio

La consegna dei premi (del valore di mille euro ciascuno) durante una cena multietnica nella chiesa di San Frediano

PISA. Nella chiesa di San Frediano, vicino al palazzo della Sapienza, cena multietnica di fine d’anno organizzata dall’associazione Sante Malatesta. Una ricorrenza conclusiva delle attività associative che vede la partecipazione di studenti universitari provenienti da vari continenti che si rivolgono all’associazione per riuscire a completare i loro studi.

Nella serata sono state conferite ben diciassette borse di studio, del valore di mille euro ciascuna, a studenti meritevoli, intitolate a persone care agli amici dell’associazione come segno tangibile di ricordo ed affetto.

Ben sei di queste borse di studio sono state consegnate grazie ad una raccolta fondi promossa dalla famiglia di don Tullio Bonuccelli, nel trentesimo anniversario della sua morte.

«La famiglia e gli amici - è stato detto durante la serata - lo ricordano come un figlio ed uno studente modello, un vero fratello ed amico di tutte le persone che ha incontrato nel suo ministero sacerdotale».

Francesco Bonuccelli ha voluto ricordare il fratello con le parole che don Tullio scrisse alla sua mamma, quando era in seminario, il 24 Febbraio 1957: «Capisco perché Gesù ha voluto essere così povero e soffrire così tanto: per essere di conforto a tutti, di esempio. I veri potenti e dominatori del mondo sono i poveri e coloro che soffrono, perché hanno nelle loro mani il cuore di Gesù».

L’iniziativa delle borse di studio è stata realizzata grazie al contributo di un gruppo di famiglie che facevano parte, con don Tullio, della Gioventù Italiana di Azione Cattolica negli anni 1960-70, di alcuni ragazzi del gruppo parrocchiale di Santa Maria Madre della Chiesa e della sua famiglia.

Gli amici, i ragazzi e la famiglia invitano tutti alla prossima iniziativa che sarà l’inaugurazione, con una cerimonia aperta a tutti, di un busto in marmo in corso di realizzazione.

Nel

frattempo chiunque volesse contribuire alla raccolta di testimonianze scritte, firmate e datate sulla vita di Don Tullio, da consegnare all’arcivescovo, può scrivere al seguente indirizzo email: amicididontullio@gmail.com. —

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI.

TrovaRistorante

a Pisa Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro